Ultimo aggiornamento alle 22:51
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’intervista

Lotta alla droga, «in Calabria ci sono centri e servizi che fanno un lavoro encomiabile»

La viceministra al Lavoro Maria Teresa Bellucci a Cosenza. «Serve uno sforzo sulla prevenzione» e sul «reinserimento occupazionale»

Pubblicato il: 10/06/2023 – 13:57
di Fabio Benincasa
Lotta alla droga, «in Calabria ci sono centri e servizi che fanno un lavoro encomiabile»

COSENZA «La partecipazione al “Convegno Verso la XXXVI Giornata Mondiale di Lotta alla Droga”, oggi a Cosenza, è stata l’occasione per visitare delle realtà attive nel sociale e a tutela dei più fragili». E’ soddisfatta della breve visita in Calabria, la viceministra al Lavoro ed alle Politiche sociali Maria Teresa Bellucci che al Corriere della Calabria parla di contrasto allo spaccio di droga, sensibilizzazione per i più giovani e sostegno a chi è stato vittima e schiavo della dipendenza da stupefacenti. Protagonista di un convegno organizzato nella sede della Provincia di Cosenza, la viceministra ha incontrato «persone volenterose, mosse dal desiderio di aiutare il prossimo. La loro opera rappresenta una delle più belle forme di servizio nei confronti di chi è in difficoltà».

La viceministra Bellucci in visita a Cosenza

L’impegno del Governo

«Il Governo è impegnato a supportare le persone per renderle libere da ogni forma di dipendenza patologica, è una priorità e siamo qui a Cosenza: città fra l’altro Capitale del volontariato, per dare un segnale di attenzione, di vicinanza e di presenza rispetto al dovere delle istituzioni di favorire la libera aggregazione dei cittadini», sostiene Bellucci al Corriere della Calabria. L’impegno assunto è duplice. «Dare delle risposte ai bisogni di costruzione del bene comune e poi dare una grande mano per far sì che la lotta alle droghe e alle dipendenze patologiche sia una realtà in Italia, soprattutto dopo lunghi anni di normalizzazione dell’utilizzo delle sostanze stupefacenti».

Dalla prevenzione al contrasto

Non solo repressione del fenomeno legato allo spaccio di droga. Ma per la viceministra occorre partire da una robusta campagna di prevenzione. «Uno sforzo va fatto in tutte le fasi, prima di tutto nella prevenzione e dobbiamo dire che drogarsi fa male. E’ necessario che le istituzioni siano in prima linea per poter favorire una vita senza ricorrere alle sostanze stupefacenti o alle dipendenze, per dare contenimento alle paure ed alle angosce che spesso sono legate alla solitudine». Come? «Bisogna essere vicini ai più giovani e offrire loro una vita in cui ci siano opportunità, con le istituzioni pronte a garantire sostegno e a dare una mano per superare le difficoltà». Per farlo occorre una buona dose di responsabilità e buona volontà, ma anche di donne e uomini pronti ad operare sul campo. «Certo – continua Bellucci – occorrono gli operatori per affrontare le difficoltà, per elaborarla e superarla e questo è possibile, lo vediamo anche qui in Calabria, dove ci sono dei centri e dei servizi che fanno un lavoro encomiabile. Purtroppo per troppi anni in solitudine», precisa la viceministra. Che aggiunge: «Infine visto il ruolo che ricopro, nelle vesti di viceministro al lavoro e alle politiche sociali, il mio impegno è rivolto anche al recupero di coloro che devono essere accompagnati nell’inserimento sociale e lavorativo, necessari per permettere alle persone di essere libere, di autodeterminarsi, di poter costruire una propria famiglia e di contribuire anche all’autodeterminazione di una nazione e alla crescita quindi della stessa».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x