Ultimo aggiornamento alle 23:15
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

calcio

Cosenza e Catanzaro pronti per il ritiro. La Reggina non si arrende: domani il ricorso al Coni

I calciatori rossoblù e giallorossi si ritroveranno l’11 e il 12 luglio per i rispettivi raduni. Intanto l’inizio del campionato di serie B potrebbe slittare

Pubblicato il: 08/07/2023 – 17:25
Cosenza e Catanzaro pronti per il ritiro. La Reggina non si arrende: domani il ricorso al Coni

COSENZA Potevano essere quattro e invece saranno soltanto due le squadre calabresi al via nel prossimo campionato di serie B. Dopo l’esclusione ufficiale della Reggina, saranno infatti Cosenza e Catanzaro a rappresentare la Calabria nel torneo cadetto 2023-2024. In realtà, la proprietà amaranto avrebbe ancora la speranza del Collegio di Garanzia dello Sport del Coni che si esprimerà il 20 o il 21 luglio prossimi sugli eventuali ricorsi (ieri la società, in una nota, ha annunciato «che porterà avanti le ragioni del club nelle successive fasi di giudizio» e domani scadrà il termine per la presentazione della documentazione) ma, a questo punto, le speranze reggine di riappropriarsi della categoria appaiono davvero poche. In tal senso, bisognerà capire adesso cosa accadrà in ambito societario. La domanda è d’obbligo: il preliminare di vendita, annunciato nei giorni scorsi da Felice Saladini, del 100 per cento delle quote della società alla Guild Capital, società inglese con esperienza sul mercato italiano, si concluderà senza alcun intoppo nonostante la mancata permanenza in serie B? L’esclusione della Reggina dal torneo cadetto per irregolarità nell’iscrizione, da regolamento dovrebbe cancellarla da ogni competizione professionistica. Si dovrebbe, dunque, costituire una nuova società che potrebbe ripartire, per blasone, dalla serie D. I tempi per l’iscrizione in D, però, considerate le intenzioni di Saladini, orientato a portare avanti la sua battaglia per la serie B, sono davvero ristretti.

L’inizio del campionato di serie B potrebbe slittare

Il presidente della Figc Gabriele Gravina nella giornata di ieri ha utilizzato parole molto dure sul caso Reggina. «Ci sono due ordinamenti – ha detto –, quello sportivo e quello statuale. C’è una Legge dello Stato, la L.91, che pone in carico alla Federazione tutta una serie di oneri legati al controllo, che sono inderogabili. C’è un rapporto tra codice di diritto d’impresa e le norme che regolano il mondo del calcio. Esiste una scadenza per adempiere al proprio debito sportivo, l’omologa non è definitiva. Siamo a conoscenza che ci sono due opposizioni, da parte dell’Inps e dall’Agenzia dell’Entrate, e le condizioni generali di questa società sono allarmanti. Esiste una conoscenza chiara, quella del 20 di giugno, entro la quale bisognava soddisfare il debito sportivo. Già in precedenza, la Reggina aveva subito cinque punti di penalizzazione». Sempre Gravina ha ammesso che l’inizio del campionato di Serie B potrebbe slittare. «Sì – ha rivelato – è un’opzione. Abbiamo ottenuto una norma che altri settori dell’economia non hanno, è un privilegio condiviso dal legislatore. Però dobbiamo essere anche coerenti. Non saremmo più credibili. Questo è il primo anno che entra in vigore questa norma. Però, con ogni probabilità, dovremo anticipare, in futuro, i tempi del 20 giugno».

Il 16 luglio Cosenza e Catanzaro partono in ritiro

Intanto per Cosenza e Catanzaro si avvicinano i rispettivi ritiri pre-campionato. Dopo la presentazione del nuovo allenatore Fabio Caserta, la società silana ha comunicato che il 12 luglio i calciatori attualmente presenti in rosa si raduneranno in città per effettuare i primi test atletici. Dal 16 al 31 luglio la squadra si trasferirà ad Assisi per la preparazione. La compagine giallorossa neopromossa guidata da Vincenzo Vivarini inizierà la nuova stagione con un giorno di anticipo rispetto ai Lupi. Martedì 11 partirà il raduno, il 16 si viaggerà alla volta di Cascia.

Il calciomercato di Lupi e Aquile

Come da tradizioni, tanti i nomi che circolano da giorni negli ambienti cosentini e catanzaresi che dovrebbero risultare utili a rinforzare i rispettivi organici. A Cosenza, soprattutto dopo la conferenza stampa di presentazione del tecnico Caserta in cui era presente anche il direttore sportivo Roberto Gemmi, si continuano a sognare i clamorosi ritorni di Gennaro Tutino (26 anni) e Andrea La Mantia (32 anni). Il ds da tempo sta dialogando con i diretti interessati e i procuratori. Al momento i loro ingaggi non appaiono alla portata del club rossoblù ma Gemmi confida che col passare delle settimane le loro richieste possano ridimensionarsi. Soprattutto Tutino, cercato anche dal Catanzaro, dalle indiscrezioni che circolano nell’ambiente cosentino, non ha nascosto il suo desiderio di tornare a vestire la maglia che lo ha lanciato a grandi livelli. Anche in considerazione della quasi certa mancata iscrizione della Reggina al campionato di serie B, restano calde le piste che portano al difensore Camporese (che un anno fa ha firmato un triennale con gli amaranto – per lui sarebbe un ritorno a Cosenza) e Canotto, su cui ha messo gli occhi anche il Catanzaro. Resta calda la pista che porta al giovane attaccante della Lazio (classe 2004) Valerio Crespi, mentre il nome nuovo è quello Antonio Energe, esterno d’attacco della Carrarese di 23 anni che piace tanto a Gemmi. Ciò che sembrerebbe comunque certo – e il triennale fatto firmare al portiere Alessandro Micai lo dimostra – è che quest’anno il presidente Eugenio Guarascio è intenzionato a investire maggiori risorse economiche per evitare ai tifosi l’ennesimo campionato di sofferenza. Per quanto riguarda il Catanzaro, dopo gli ingaggi di Davide Veroli e Marco Pompetti, le ultime notizie di radio mercato parlano di due imminenti giovani talenti in arrivo in prestito dal Frosinone e dalla Fiorentina. Si tratta del centrocampista Andrea Oliveri e del difensore Dimo Krastev, entrambi classe 2003. Tra gli altri obiettivi del ds Giuseppe Magalini, spiccano i nomi di Bianco della Fiorentina, Marrone del Monza e Bruscagin del Bologna. (f.v.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x