Ultimo aggiornamento alle 21:57
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’operazione

Traffico internazionale di droga, arrestato un albanese legato alla ‘Ndrangheta – VIDEO

Indagine coordinata dalla Dda di Bologna e legata all’arresto dei due Giuseppe Giorgi in Paraguay

Pubblicato il: 19/07/2023 – 9:38
Traffico internazionale di droga, arrestato un albanese legato alla ‘Ndrangheta – VIDEO

BOLOGNA I militari della Guardia di Finanza di Bologna hanno eseguito una misura cautelare personale nei confronti di un cittadino albanese residente in provincia di Parma, considerato vicino a una associazione per delinquere dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti. La misura – legata allo sviluppo di indagini condotte dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Bologna, con il coordinamento della Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo e disposta dal Gip del Tribunale felsineo – si aggiunge ad altre eseguite lo scorso 30 maggio, nell’ambito delle quali sono stati sequestrati, tra l’altro, oltre 40 immobili e terreni – 29 in Emilia Romagna, 13 in Calabria – 14 tra auto e motocicli, 44 rapporti bancari e 80 fra società, attività commerciali e partecipazioni sociali, per un valore complessivo stimato di oltre 50 milioni. Le indagini eseguite dal Gico-Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Bologna, con il supporto dello Scico-Servizio Centrale di Investigazione sulla Criminalità Organizzata hanno permesso di delineare il ruolo dell’indagato nel Parmense, il quale, in più occasioni, si sarebbe prestato a effettuare la consegna di ingenti quantitativi di cocaina.

L’arresto dei due Giorgi

Nell’ambito dell’operazione sono state arrestate in Paraguay due persone di origine calabrese, i due Giuseppe Giorgi di 22 e 26 anni, raggiunte da una ordinanza di custodia cautelare in carcere: già residenti all’estero, erano riusciti, nello scorso mese di maggio, a sottrarsi alla cattura. Nei giorni scorsi, i due sodali sono stati rintracciati nel Paese sudamericano, arrestati ed espulsi dal Paraguay in Spagna, in attesa di estradizione. I due sono considerati uomini vicini al leader del sodalizio criminale e ai vertici della ‘ndrina ‘Staccu’ di San Luca latitante in Spagna dal 2018 e arrestato nel marzo del 2021: sarebbero stati scelti per gestire l’intera rete dei contatti del narcotraffico per conto dell’organizzazione.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x