Ultimo aggiornamento alle 21:12
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Ambiente

Il popolo di “No Ponte” si ritrova nel Reggino: «Saremo a Messina il 7 agosto»

Militanti ed associazioni si sono incontrati a Serrata. Presenti delegazioni di “No Tav” della Val di Susa” e di “No Passante” bolognesi

Pubblicato il: 24/07/2023 – 16:42
Il popolo di “No Ponte” si ritrova nel Reggino: «Saremo a Messina il 7 agosto»

SERRATA «Il 22 e 23 luglio scorsi, nella cornice naturalistica della fattoria didattica “Terre di Vasia” a Serrata, si è tenuta una due giorni di confronto tra numerose e variegate realtà associative e di movimento provenienti da tutta la Calabria e anche dalla vicina Sicilia». Lo comunica il movimento “NO Ponte Calabria” che sottolinea: «Non è mancato il cordiale e prezioso sostegno di Peppino Lavorato, nonché l’affettuoso saluto del partigiano Aldo Chiantella come del sindaco di Cinquefrondi Michele Conia».
«Le partecipanti e i partecipanti, dopo aver condiviso dati e analisi frutto del loro lavoro e impegno – è detto – hanno manifestato unanime sdegno e fortissimo allarme per le politiche di continua rapina e spoliazione del territorio calabrese, cancellandone vocazioni e peculiarità in nome di un disegno governativo che vorrebbe la nostra terra hub energetico. Così mentre la Calabria esporta da anni i due terzi dell’energia che produce si continuano a proporre mega parchi eolici e distese di pannelli fotovoltaici, che si aggiungono e non sostituiscono le centrali turbogas presenti, trivelle per l’estrazione del gas da affiancare al riesumato rigassificatore a Gioia Tauro, il raddoppio dell’inceneritore insieme a quello della vicina discarica di Melicuccà».
Le associazioni a voce alta chiedono, «Perché? A chi giova? Chi sono i veri responsabili di questo annunciato disastro?».
«Tanti – si sottolinea – i temi toccati durante il confronto: la sanità, il diritto all’acqua pubblica, la tutela del territorio, la fatiscenza del sistema viario e infrastrutturale, il diritto all’istruzione, la guerra e l’interesse militare della Nato sulla Sicilia, e soprattutto oggi un rinnovato impegno organizzativo e di lotta contro la favola infinita del Ponte sullo Stretto e contro lo scellerato progetto di autonomia differenziata. Una discussione non sui NO ma sui tanti sì urgenti per i nostri territori e che vengono cancellati dalla discussione, come ad esempio l’efficientamento del trasporto mobile elettrico nello Stretto e la riduzione delle tariffe di trasporto, ottenibili con il solo 10% della spesa prevista per il Ponte ed in tempi decisamente più brevi».
«Durante questo appuntamento si è voluto ricordare con una mostra fotografica e la proiezione di un documentario l’insostituibile figura del Prof.Osvaldo Pieroni – prosegue la nota – di cui tra poco ricorrerà il decennale della scomparsa. Studioso dalla vista lunga, il Prof. Pieroni già dagli anni ‘90 aveva ben spiegato l’inutilità quanto la dannosità del Ponte che devasterà irrimediabilmente intere aree calabresi e siciliane. E per gli abitanti di queste zone, quelle interessate ai cantieri, che stanno per essere colpiti dai decreti di esproprio il Coordinamento No Ponte ha già organizzato un’attività di difesa legale gratuita».
«La due giorni, arricchita da numerosi interventi di altri comitati di resistenza territoriale e di “Sollevamenti della Terra” come i No Tav della Val di Susa o i No Passante bolognesi – conclude la nota – si è chiusa con un rinnovato impegno collettivo sulle problematiche affrontate nel confronto e di mutuo soccorso tra i vari comitati. Un bisogno di unità e condivisione di consapevolezza e lotte nei vari territori sentito che porterà queste realtà a partecipare insieme alle prossime manifestazioni nazionali del 12 agosto a Messina contro il Ponte e del 7 ottobre a Roma contro l’autonomia differenziata».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x