Ultimo aggiornamento alle 23:15
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

SVILUPPO

Tavernise (5 Stelle): «Concreto rischio di disimpegno per i fondi Ue in Calabria»

Al 30 giugno 2023, secondo i dati del portale della Commissione europea Cohesion Data, la Regione ha speso il 67% di fondi del Por 2014-2020

Pubblicato il: 27/09/2023 – 19:49
Tavernise (5 Stelle): «Concreto rischio di disimpegno per i fondi Ue in Calabria»

REGGIO CALABRIA «Al 30 giugno 2023, secondo i dati del portale della Commissione Europea Cohesion Data, la Regione ha speso il 67% di fondi del Por Calabria 2014-2020. A sei mesi dalla chiusura del programma si dovevano spendere ancora 747 milioni di euro entro il 31 dicembre 2023». E’ quanto rende noto il capogruppo del M5s alla Regione Davide Tavernise.
«Sempre secondo il portale Cohesion Data della Commissione europea al 31 dicembre 2022 – aggiunge Tavernise – la spesa certificata da Bruxelles era pari al 58%. Per la Commissione europea rimanevano da spendere 942 milioni di euro entro il 31 dicembre 2023. Dunque, nei primi sei mesi del 2023 si sono spesi circa 200 milioni, da qui la preoccupazione perché se il ritmo rimane questo la Calabria dovrà far tornare indietro a fine anno, quando si chiuderà la programmazione 2014-2020, le risorse comunitarie messe a disposizione ma non utilizzate. A giugno, quindi, pur con un dato in crescita di nove punti percentuali rispetto a sei mesi prima, i numeri della Calabria certificati da Bruxelles erano deludenti e inferiori alle altre regioni italiane che si attestano mediamente su un target di spesa intorno all’80 per cento, con eccellenze come la Puglia dove si è raggiunto il 104 per cento di spesa».
Per questo l’esponente 5 Stelle ha inoltrato una nuova interrogazione al presidente della Giunta regionale, dopo quella depositata a inizio anno, «a seguito delle preoccupazioni sull’andamento della spesa espresse dalla Corte dei Conti – sostiene ancora il capogruppo pentastellato alla Regione – per sapere qual è il dato di spesa ad oggi del Por Calabria Fesr Fse 2014-2020 e quali sono le principali attività da realizzare negli ultimi tre mesi del Programma per garantire il completo assorbimento entro la chiusura. Sto insistendo molto su questo argomento perché mancano solo tre mesi e aumenta il rischio di incorrere nel disimpegno automatico delle risorse che dovessero risultare eventualmente non utilizzate entro il 31 dicembre 2023. Un rischio concreto che una Regione come la Calabria, la più povera d’Europa, non può permettersi anche alla luce del fatto che il Governo nazionale sta tagliando ulteriori risorse del Pnrr che inizialmente erano destinate alle regioni del Meridione. Anche in questo caso auspico una presa di posizione forte e decisa del presidente della giunta, Roberto Occhiuto». 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x