Ultimo aggiornamento alle 13:12
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

grandi opere

Ponte sullo Stretto, Cavallaro (Cisal): occasione per lavoro e riqualificazione

Durigon a Reggio: «Opera fondamentale per fa ripartire la Calabria». Mancuso: «Grande opportunità»

Pubblicato il: 21/10/2023 – 12:45
Ponte sullo Stretto, Cavallaro (Cisal): occasione per lavoro e  riqualificazione

REGGIO CALABRIA «Il Ponte sullo Stretto è un grande progetto, che non può essere visto solo in chiave regionale ma considerata come un’opera di respiro europeo, occasione irripetibile dal punto di vista occupazionale, con 100mila posti di lavoro stimati, e riqualificazione logistica delle aree regionali del nostro meridione. E’ illusorio infatti pensare che il Ponte da solo possa dare soluzione esaustiva ai numerosi problemi di carenza infrastrutturale di queste due regioni. La sua funzionalità non sarà mai compiutamente realizzata se non troverà sponda nella complementare realizzazione di un sistema di infrastrutture moderno ed adeguato. Se questo non avvenisse, in fondo, avremmo comunque utilizzato male questo imponente investimento». Lo ha detto il segretario generale della Cisal, Francesco Cavallaro, intervenendo all’incontro ‘Ponte: crescita, sviluppo, occupazione’ organizzato dalla Lega nella sala “Levato” del Consiglio regionale, in cui sono intervenuti, tra gli altri, il sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali, Claudio Durigon, i senatori Tilde Minasi e Nino Germanà, il presidente del Consiglio regionale, Filippo Mancuso, e il membro del Cda ‘Ponte sullo Stretto’, Giacomo Francesco Saccomanno.
«Il Ponte quindi, come volano per dare avvio anche ad un più vasto piano di nuove infrastrutture viarie e soprattutto ferroviarie per Sicilia e Calabria. Su questo deve esserci pari impegno da parte di tutti gli attori oggi coinvolti nella realizzazione di questa opera, ovvero il Governo attraverso i Ministeri competenti, le Regioni di Sicilia e Calabria, Rfi ed Anas» ha concluso Cavallaro.

L’intervento di Durigon

All’evento di Reggio Calabria ha preso parte anche il sottosegretario al Lavoro ed alle politiche sociali Claudio Durigon. «Il ponte sullo Stretto – ha detto – è un’opera fondamentale per far ripartire la Calabria, la Sicilia e tutto quanto il Sud. È un’opera strategica che deve essere abbinata, come è stata abbinata, a tantissime altre opere che possano in qualche modo rilanciare questo nostro territorio. Il lavoro – ha aggiunto – è la cosa primaria. Penso che l’orientamento, la formazione siano essenziali per essere pronti a questa grande sfida che è la costruzione del ponte, uno degli obiettivi primari che dobbiamo mettere in campo. Anche oggi nel Pnrr, e purtroppo siamo in ritardo su tante attività. Mi riferisco alle professionalità necessarie per quest’opera. Il lavoro sta cambiando e, perché no, oggi il lavoro è un opportunità importante che abbraccia ogni aspetto della vita di ciascuno».

L’intervento di Mancuso

Il Ponte, ha sostenuto il presidente del Consiglio regionale della Calabria Filippo Mancuso, «rappresenta un’opportunità per la Calabria perché non è da considerare solo un’opera infrastrutturale fondamentale per questo territorio, ma rappresenta anche un forte attrattore in ambito ingegneristico e in quello turistico, e per quello che si potrà realizzare interno al ponte per tutte le altre infrastrutture calabresi. Non si può pensare al ponte con una SS106 ancora ad una carreggiata, o immaginare un ponte con l’attuale tracciato ferroviario jonico, ancora non elettrificato, per non parlare dell’Alta Velocità o l’autostrada del Mediterraneo che non è stata mai al cento per cento pienamente e adeguatamente percorribile». «Penso – ha concluso Mancuso – che sia certamente un’opera da realizzare e dalla quale la Calabria ne potrà trarre soltanto benefici». 

L’intervento di Versace

«Vorrei rimarcare la pochissima attenzione che hanno avuto, negli ultimi decenni, tutti i governi che si sono succeduti rispetto ad una mancanza di programmazione in tema di infrastrutture. Mi riferisco all’alta velocità e all’alta capacità ferroviaria, ai lavori di ammodernamento della SS 106, alla trasversale Bovalino-Bagnara, solo per ricordare qualche esempio che riguarda l’area metropolitana di Reggio Calabria. Quando si parla di infrastrutture, come quelle sul Ponte sullo Stretto, per quanto mi riguarda mi troverete sempre d’accordo, perché infrastrutture significa prospettiva, sviluppo, significa pensare di poter crescere». Così il sindaco metropolitano facente funzioni di Reggio Calabria, Carmelo Versace, intervenuto mattina all’iniziativa. «L’attenzione che in questo momento c’è sul Ponte sullo Stretto – ha aggiunto Versace – deve essere focalizzata come elemento di unione con tutte quelle infrastrutture che purtroppo, ancora oggi, non sono presenti sui nostri territori. La mia posizione sul Ponte l’ho chiarita sin dall’inizio, sono favorevole dentro però ad un contesto più largo di sistema infrastrutturale che purtroppo, ancora ad oggi, latita».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x