Ultimo aggiornamento alle 22:04
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il piano

Terzo corso di laurea in Medicina, De Sarro: «Nessun blitz, scelta condivisa»

Il Coruc si riunirà domani in Cittadella. Sul tavolo la proposta con la “Link Campus University”

Pubblicato il: 23/10/2023 – 14:55
Terzo corso di laurea in Medicina, De Sarro: «Nessun blitz, scelta condivisa»

CATANZARO È prevista per la giornata di domani, martedì 24 ottobre, la seduta del Comitato Regionale Università Calabresi (CoRUC). All’ordine del giorno la proposta del rettore uscente, Giovambattista De Sarro, di istituzione dei Corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia, Infermieristica e Fisioterapia con sede amministrativa presso l’Università “Link Campus University”, in collaborazione con l’Università “Magna Graecia” di Catanzaro e con sede didattica a Crotone. Una proposta molto importante per il futuro e le prospettive dell’ateneo catanzarese, con l’attivazione di un terzo corso di medicina, quello di laurea interateneo in Medicina, Infermieristica e Fisioterapia con la “Link Campus University”.

De Sarro: «Nessun colpo di mano»

«Non c’è nessun colpo di mano – ha detto a Gazzetta del Sud – ma dobbiamo capire se questa procedura verrà conclusa o no perché altrimenti noi i docenti li utilizziamo in altre attività. Attivare un corso interateneo, dunque con la formazione fatta da noi, è un aspetto che dovrebbe rassicurare tutti». Il rettore dell’Umg ammette di aver accelerato la pratica «per portare la pratica al Coruc nei tempi utili» ma, spiega ancora nell’intervista «ho consultato il Senato accademico e il Cda, sono tranquillo perché c’è una condivisione di fondo». ««Il corso – ha detto ancora il rettore – dovrebbe avere caratteristiche differenti dai due esistenti perché altrimenti il Ministero non lo approverà». E spiega ancora: «Premesso che il mio mandato scade il prossimo 31 ottobre, ritengo che si possa strutturare in lingua inglese o con un indirizzo biotecnologico perché quello in tecnologie digitali è già stato sfruttato a Cosenza mentre il tradizionale lo abbiamo noi a Catanzaro. Ma ripeto: adesso l’importante è capire se si va avanti o meno». «Sarà una discussione molto aperta – ha concluso De Sarro – e credo che i rappresentanti dei vari atenei avanzeranno delle richieste, del resto, con i rettori, ci sarà anche il governatore che farà valere certamente il suo peso nella decisione finale. In questi anni penso di aver contribuito a creare corsi innovativi e attrattivi anche per altri studenti provenienti da altri territori. Abbiamo fatto un grande sforzo nel portare 100 studenti nel Polo di infermieristica di Reggio Calabria e altrettanti in quello di Lamezia Terme».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x