Ultimo aggiornamento alle 17:25
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

controllo del territorio

Vibo Valentia, la polizia esegue tre provvedimenti Dacur e Daspo

Tre giovani si sono resi responsabili di un episodio di violenza nel centro del capoluogo

Pubblicato il: 30/12/2023 – 12:32
Vibo Valentia, la polizia esegue tre provvedimenti Dacur e Daspo

VIBO VALENTIA Il Questore di Vibo Valentia, al fine di garantire il mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica, ha emesso tre provvedimenti Dacur (Divieto di accesso alle aree urbane), cosiddetto Daspo “Willy”, nei confronti di tre giovani coetanei che lo scorso 22 ottobre si sono resi parte attiva ad un episodio di violenza di gruppo creando pericolo per la sicurezza e l’ordine pubblico tra le vie cittadine di questo capoluogo.  I citati provvedimenti sono stati applicati per la pericolosità manifestata dai tre soggetti e per la durata di due anni e impongono agli stessi il divieto di accedere e di stazionare nelle immediate vicinanze e nei pubblici esercizi e/o locali di pubblico intrattenimento presenti in diverse vie comunali soprattutto del centro cittadino. Inoltre, nel quadro delle attività dirette invece a contrastare il fenomeno delle violenze in occasione di manifestazioni sportive, il Questore ha emesso nr. 3 Divieti di Accedere a Manifestazioni Sportive (Daspo) per quanto verificatosi in occasione di due distinte partite di calcio che si sono svolte presso il locale stadio L. Razza.  Nello specifico, a seguito della gara di spareggio per la promozione al campionato di serie C1 tra “Cavese – Brindisi”, tenutasi lo scorso 14 maggio, i susseguenti accertamenti svolti da personale della Polizia di Stato, hanno consentito di identificare due tifosi brindisini autori rispettivamente di accensione di un artificio pirotecnico del tipo torcia bengala all’interno del settore ospiti dello stadio L. Razza, creando in tal modo un potenziale pericolo per l’incolumità degli stessi supporters del Brindisi, atteso l’assembramento formatosi in quel momento. Inoltre, a seguito dell’incontro di calcio tra “Us  Vibonese – Città di Acireale” svoltasi presso il locale stadio lo scorso 19 novembre, è stato possibile identificare un supporters della Città di Acireale quale autore dell’accensione e del lancio di un petardo all’interno dell’area destinata agli ospiti che, per mera casualità, non ha arrecato più grave danno ai numerosi tifosi presenti in quell’area.  Pertanto, alla luce degli accertamenti e a conclusione dell’istruttoria svolta dalla Divisione Anticrimine, è stato adottato il provvedimento Daspo per la durata di anni tre a carico dei due tifosi del Brindisi e del tifoso della Città di Acireale.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x