Ultimo aggiornamento alle 23:19
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

la conferenza stampa

Lamezia, Mascaro abbandona il “civismo” e si veste di azzurro. «Chiusa una parentesi anomala»

In conferenza stampa il sindaco lametino annuncia il suo ingresso in Forza Italia, alla presenza di Cannizzaro. «Salto di qualità per il territorio»

Pubblicato il: 10/01/2024 – 18:24
di Giorgio Curcio
Lamezia, Mascaro abbandona il “civismo” e si veste di azzurro. «Chiusa una parentesi anomala»

LAMEZIA TERME In principio era immagine ed espressione del mondo civico, lontano della logiche di partito. Una presa di posizione netta che ha giocato un ruolo decisivo anche nella sua prima elezione a sindaco di Lamezia Terme. Era il lontano 2015 quando Paolo Mascaro, a qualche mese di distanza dalla sua elezione a sindaco, aveva ribadito la sua scelta, escludendo categoricamente la possibilità di prendere una tessera di partito. Un concetto ancora più forte nel 2019 quando il centrodestra scelse di appoggiare l’avversario, Ruggero Pegna. Anche in quel caso il “civismo” di Mascaro ebbe la meglio.

Addio al “civismo”

Un percorso vittorioso che ha portato Mascaro, dalla sua prima elezione, alle soglie della fine del mandato. Sono passati nove anni da quella “promessa” e ciò che era vero allora non lo è più adesso. Il civismo non basta più, serve ora riconoscersi in una espressione politica chiara e senza tentennamenti, soprattutto sotto l’egida di un partito forte in Calabria come è quello di Forza Italia, alle prese con i congressi provinciali, in vista dell’arrivo nella nostra regione del vicepremier e segretario nazionale del partito, Antonio Tajani. Un percorso di adesione che coinvolge altri elementi dell’amministrazione Mascaro: il vicesindaco Antonello Bevilacqua, l’assessore Luisa Vaccaro, ma anche Anna Caruso, Tranquillo Paradiso e Maria Grandinetti.

I “contatti” con Forza Italia

La vicinanza di Forza Italia a Paolo Mascaro e viceversa non è mai stata un mistero. In questi anni, infatti, il peso degli azzurri in Consiglio comunale ha giocato spesso un ruolo chiave, mentre i contatti non sono mai mancati per cercare di convincere il primo cittadino a entrare nel partito. E ora il percorso intrapreso su input di Tajani e del nuovo coordinatore regionale degli azzurri, Francesco Cannizzaro, potrebbe aprire nuovi scenari. A cominciare dalla possibile ricandidatura a sindaco: dopo 10 anni di governo della città, interrotto due volte dal commissariamento, ripresentarsi con i colori del partito del presidente della Regione potrebbe giocare un ruolo decisivo.

«Il civismo ha fatto molto, ora spazio ai partiti»

Dopo l’annuncio di ieri, oggi il sindaco lametino ha illustrato i contorni e i dettagli del suo ingresso in Forza Italia, in una conferenza stampa che ha visto la presenza proprio di Francesco Cannizzaro. «Certe volte – ha esordito Mascaro – ci si tessera quando sei ragazzino, alcune volte con la maturità dei 60 anni, credo che però l’emozione sia sempre la stessa». «Il civismo – ha ricordato Mascaro – è qualcosa che caratterizza dei momenti eccezionali della vita democratica di una nazione, di una regione, di una città. Quindi nel 2019 vi erano delle condizioni particolari per le quali era necessario dare una sferzata». «In ogni angolo del mondo, la democrazia parlamentare rappresentativa è mediata attraverso i partiti, allora è arrivato probabilmente il momento giusto affinché i partiti possano riprendere una loro scena anche sulla vita amministrativa della città di Lamezia, e credo che questi anni di guida civica del territorio hanno fatto sì che questa città proprio pochi giorni fa potesse uscire dal piano di riequilibrio e quindi dal predissesto, potesse approvare il Psc, potesse raggiungere il grande risultato di intercettare 200 milioni di euro di finanziamenti, risanare la Lamezia Multiservizi con il concordato preventivo. Il civismo puro ha portato a dei risultati sicuramente oggettivamente di grande rilievo per la città». Secondo Mascaro, inoltre, «il messaggio è quello di continuare a operare perché questo territorio oggi possa fare un ulteriore salto di qualità. Noi crediamo che le interlocuzioni che sono state sempre positive con l’amministrazione regionale, col governo centrale, abbiamo avuto interlocuzioni anche ministeriali continue e sono sempre state positive, noi oggi crediamo e chiediamo che vi sia un ulteriore salto di qualità per il territorio».

Le prossime elezioni

«Chi come me ha fatto nascere la prima vera grande stagione di un civismo totalmente alternativo a tutte le forze politiche – ha spiegato ancora Mascaro – oggi ritiene che quella parentesi che ripeto, costituisce un’eccezione alla regola della democrazia rappresentativa, sia chiusa. Quindi il sottoscritto ritiene che per le elezioni comunali del 2025 si torni a una Lamezia che ha superato una fase di anomalia nella democrazia rappresentativa con le coalizioni dei partiti che sicuramente sapranno esprimere quelli che possono essere i migliori candidati».

Il “nuovo” consiglio comunale

Cambiata la geografia del Consiglio comunale di Lamezia. In queste ore, ci sono state altre novità rilevanti. Il consigliere Antonio Mastroianni, infatti, ha annunciato l’addio a Forza Italia e il passaggio alla Lega, creando così un nuovo gruppo in Consiglio, bollata come «significativa iniziativa che proviene direttamente dalla sezione del partito, sottolineando il costante impegno nel rappresentare la Lega Salvini Premier nei processi decisionali a livello locale». Questa mattina, invece, il presidente del Consiglio comunale, Giancarlo Nicotera e il consigliere Ruggero Pegna hanno annunciato la nascita di un unico gruppo consiliare. (g.curcio@corrierecal.it)

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x