Ultimo aggiornamento alle 17:13
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Medioriente

Attacco drone a base Usa, uccisi tre soldati

Il raid avvenuto questa notte in Giordania. Circa 35 i feriti. Biden: «Perseguiremo i responsabili»

Pubblicato il: 28/01/2024 – 20:14
Attacco drone a base Usa, uccisi tre soldati

GIORDANIA Tre soldati americani morti e circa 35 feriti. È il tragico bilancio di un attacco subito da una base militare Usa in Giordania durante la scorsa notte. Alcuni droni avrebbero bypassato le misure di sicurezza statunitensi riuscendo a colpire la base Torre 22, situata nel nord est del paese, vicino al confine della Siria. Per il portavoce del governo di Amman, l’attacco sarebbe avvenuto su territorio siriano e non giordano. Si tratta delle prime vittime americane dall’inizio della guerra in Medioriente, episodio che rischia di aggravare ulteriormente la situazione della zona.

Biden: «Attacco spregevole»

Dura la reazione di Joe Biden. Secondo il presidente americano a condurre l’attacco sarebbero stati «gruppi militanti radicali sostenuti dall’Iran che operano in Siria e Iraq». «Oggi il cuore dell’America è pesante» si legge in una nota di Biden. «La scorsa notte, tre militari statunitensi sono stati uccisi e molti sono stati feriti durante un attacco aereo senza pilota contro le nostre forze di stanza nel nord-est della Giordania, vicino al confine con la Siria». «Jill e io – prosegue – ci uniamo alle famiglie e agli amici dei nostri caduti, e agli americani in tutto il Paese, nel piangere la perdita di questi guerrieri in questo attacco spregevole e del tutto ingiusto».

Sale il rischio di un’escalation

«Questi soldati – ha continuato Biden – incarnavano il meglio della nostra nazione: incrollabili nel loro coraggio. Inflessibili nel loro dovere. Intransigenti nel loro impegno nei confronti del nostro Paese, mettendo a rischio la propria sicurezza per quella dei loro connazionali e dei nostri alleati e partner con i quali combattiamo il terrorismo». Il presidente americano ha assicurato una dura risposta da parte dell’esercito Usa. «È una lotta che non cesseremo». Da Biden la promessa di «perseguire i responsabili nei tempi e nei modi che sceglieremo». «Insieme – ha detto – manterremo il sacro obbligo che abbiamo nei confronti delle loro famiglie. Ci sforzeremo di essere degni del loro onore e valore».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x