Ultimo aggiornamento alle 23:17
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

la decisione

“Kossa 2”, assunzioni e giornate fittizie: 143 indagati rinviati a giudizio – NOMI

La decisione stamane del gup di Catanzaro. L’indagine della Dda, una costola di “Kossa”, riguarda i presunti falsi braccianti

Pubblicato il: 05/02/2024 – 15:00
di Fabio Benincasa
“Kossa 2”, assunzioni e giornate fittizie: 143 indagati rinviati a giudizio – NOMI

COSENZA Il gup Gabriella Pede ha rinviato a giudizio 143 indagati dell’inchiesta denominata “Kossa 2” coordinata dalla Dda di Catanzaro, rappresentata in aula dal pm Alessandro Riello. La decisione è giunta stamane, al termine dell’udienza celebrato nell’aula bunker catanzarese. Per Delia Scorza e Patrizia Campana i rispettivi legali hanno avanzato richiesta di messa alla prova, accordata dal tribunale. Stralciate, invece, le posizioni di Daniela Danchova, Stefan Acatrinei, Grzegorz Chalupka e Alina Madalina Tanasuca (tutti irreperibili). Maria Teresa Sammarro ha, invece, patteggiato una pena ad un anno.

I nomi delle persone rinviate a giudizio

ABBRUZZESE Antonella, ACRI Angela, ACRI Rosellina, ALARIO Battista, ALEARDI Alessandra, ALEARDI Caterina Lucia, ANDREI Simona, ARCIDIACONO Graziella, ARCIDIACONO Sara, ARCIDIACONO Simone, ARMENTANO Debora, ARTURI Francesca, AVOLIO Achille, AZZARO Sonia, AZZARO Teresa, AZZOLINA Placido Gaetano, BARTOLUCCI Filomena, BAULEO Giuseppina, BEJENARU lonel, BERARDI Antonella, BERARDI MARIA Francesca, BIANCHIMANO Nunziatina, BIANCHIMANO Rosanna, BLASCHI Roberto, BOACA Georgiana Andreea, BONIFIGLIO Susanna, BRANDI Elena, BROGNO Giusy, BRUNO Veronica, CACERES Zulma Vanesa, CAMPANA Teresa, CARLUCCI Salvatore, CARRANO Carmela, CARRIUOLO Antonio, CARROZZA Domenico, CARUSO Anna, CARUSO Ida Francesca, CASTRI.1ANA Daniela, CHIARADIA Domenico, CHIARADIA Giovanni, CIMINO Anna Bina, CORINA Giuseppe, CORINA Marilena, CORTINA Marilena Venere, DAIFALLAH Jamal, D’AMBRA Cosimo, DE CICCO Pamela, DE GIORGI Susanna, DERDA Beata, DI NOIA Valeria, DI PACE Samanda, DIACO Giuseppe, DONATO Stefania, EL KHOMRI Leila, ELIA Giuseppe, ESPOSITO Luciana, ESPOSITO Maria, FALBO Gianni, FALCONE Achiropita, FALCONE Emanuela, FALCONE Maria Giuseppina, FEDERICO Alberto, FELICETTI Luisa, GASINO Carmela, GALIBOVA Antoniya Ivova, GALLICCHIO Carmela, GALLICCHIO Francesca, GALLINA Giuseppe, GALLUZZI Lucia, GAROFALO Letizia, GIORDANO Lucia, GRAZIANO Bombina, GRAZIANO Maria Rosa, GUARAGNA Francesco, HORIKHOVSKA Nadiya, INTRIERI Francesca, LA ROCCA Antonella, LAGANO Angela, LANCIANO Antonietta, LE FOSSI Giuseppina, LECA Elena Ramona, LICCIARDI Maria Teresa, LINARDI Grazia, LISTA Rossana, LUCI Michele, LUPINACCI Luigina, MADEO Salvatore, MAMMOLITI Carmela, MANIERI Riccardo, MANIERI Salvatore, MARI ALFIO Antonio, MARINO Rosa, MARIO Antonio, MARTILOTTI Francesca, MIHAI Elena Delia, MIOLA Maria Grazia, MODESTO Giuseppe, MONACO Anna, MORELLO Gaetano, NAPOLITANO Rosanna, NIGRO Anna, ORLANDO Francesco, PALUDI Achiropìta, TAPPARELLA Immacolata, PARISI Katia, PATERNÒ Luigi, PELLEGRINO Grazia, PETTINATO Antonella, PETTINATO Immacolata, POLICASTRI Rosaria, POPA Giunta Anisoara, POPA Valerica, PROVINO Giulia Rita, QUATTROCCHI Francesca, RIZZI Antonio Giuseppe, RIZZI Daniele Cosimo, ROMANO Marianna, ROMEO Pasqualina, RUGGIERO Enrico, RUGGIERO Ida, SALATINO Chiarina, SANTAGADA Cristian, SAPIAAntonella, SCAGLIONE Lina, SCARNATO Filomena, SELVAGGI Salvatore Fausto, SERRAGO Massimo, SISTO Cinzia, SURUGIU Daniela, SURUGIU Stefana Vasilica, TALLARICO Rossella, TARANTO Giovanni, TARANTO Loredana, TRICOCI Salvatore (cl.59), TRICOCI Salvatore (cl.90), TRIDICO Anita, VELTRI PINA Erika, VINCENZI Valeria, WIETCHY Dorata Maja, ZACCATO Salvatore, ZUMPANO Andrea.

Del collegio difensivo fanno parte, tra glia altri, gli avvocati: Cristina Cristiano, Cesare Badolato, Andrea Caruso, Rosetta Rago, Giampaolo Catricalà, Fabio Schino, Raffaella Accroglianò, Lucio Esbardo, Marinella Grillo.

L’operazione “Kossa 2”

L’indagine è uno stralcio dell’inchiesta “Kossa”, conclusasi in primo grado. I presunti 143 falsi braccianti, secondo l’accusa «con artifici e raggiri consistiti nell’attestare falsamente giornate lavorative mai svolte – è riportato nelle 69 pagine del documento vistato dall’allora procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, dal sostituto Alessandro Riello, titolare dell’indagine e da procuratore aggiunto Giancarlo Novelli – presso un’azienda agricola, inducendo in errore l’Alma Spa e l’Inps sulla spettanza di retribuzioni e prestazioni previdenziali, si assicuravano l’ingiusto profitto consistente in erogazioni». Queste le modalità della truffa: al fine di assicurarsi il numero delle giornate normativamente richiesto per l’ottenimento della indennità di disoccupazione agricola ed altre spettanze previdenziali, i braccianti avrebbero acconsentito ad essere fittiziamente assunti dalla sede centrale dell’Alma Spa, e successivamente somministrati all’azienda agricola nel IV Trimestre 2018, mediante artifici e raggiri consistenti in dichiarazioni fatte pervenire all’Alma Spa dalla filiale territoriale di Sibari, dichiarazioni falsamente attestanti giornate lavorative in agricoltura mai svolte. Traendo così illecito profitto – si legge ancora nell’avviso di conclusione delle indagini – dall’indebita percezione di contributi pubblici erogati a loro favore dall’Inps sulla base di prestazioni lavorative mai rese. Con l’aggravante dell’agevolazione mafiosa, trattandosi di condotte funzionali al raggiungimento degli interessi economici del sodalizio criminale dei Forastefano, che dalla commissione delle truffe in materia agricola perpetrate traeva ingenti guadagni, oltre che mezzi, forza e prestigio per esercitare il proprio dominio sul territorio». I magistrati quantificano la truffa in circa 570mila euro
(f.benincasa@corrierecal.it)

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x