Ultimo aggiornamento alle 6:52
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

orgoglio calabrese

A Sanremo i due ermellini disegnati dagli studenti di Taverna e mascotte di Milano-Cortina 2026

Sul palco dell’Ariston Tina e Milo presentati da Giovanni Malagò

Pubblicato il: 07/02/2024 – 21:52
A Sanremo i due ermellini disegnati dagli studenti di Taverna e mascotte di Milano-Cortina 2026

Sul palco di Sanremo nella seconda serata del festival hanno sfilato le due mascotte di Milano-Cortina 2026: due ermellini disegnati da alunni quattordicenni dell’Istituto comprensivo di Taverna, nel Catanzerese. Quello dal manto chiaro si chiama Tina (da Cortina) e rappresenta i Giochi Olimpici Invernali del 2026. Milo (da Milano), il fratello dal manto bruno, sarà invece il testimonial dei prossimi Giochi Paralimpici Invernali. «È il quarto anno che il festival di Sanremo dimostra attenzione e sensibilità», ha sottolineato il presidente della Fondazione Milano-Cortina e del Coni Giovanni Malagò presentando con Amadeus le due mascotte, «Milano-Cortina e il mondo olimpico sono molto grati per questo, siamo a due anni dall’evento, sarà una cosa bellissima».

Le mascotte

Tina e Milo, con la loro attitudine ingegnosa e propositiva, racconteranno al mondo l’energia, l’entusiasmo e il calore dello spirito italiano contemporaneo. I due vivacissimi ermellini, portati sul palco da due giovani in costume, hanno nomi italiani, brevi, facilmente pronunciabili e memorizzabili che sono utilizzati anche in altri Paesi. Il loro debutto sanremese chiude la fase creativa che, attraverso la collaborazione tra il Comitato Organizzatore e il Ministero dell’Istruzione, ha visto il coinvolgimento delle studentesse e degli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Un percorso nato dalle oltre 1600 idee creative presentate e dal successivo sviluppo sul piano professionale e del design della soluzione selezionata. L’anno scorso sempre sul palco dell’Ariston, Amadeus e Gianni Morandi avevano aperto il sondaggio per esprimere la preferenza tra i bucaneve ideati dai giovanissimi dell’Istituto Comprensivo Sabin di Segrate (Milano) e gli ermellini proposti dall’Istituto Comprensivo di Taverna, in provincia di Catanzaro. Nelle tappe di avvicinamento al 2026, Tina e Milo non saranno da soli: ad accompagnarli ci saranno i loro compagni di avventura, i sei piccoli bucaneve “I Flo”. I fiorellini, abbozzati in una prima fase dagli alunni dell’Istituto Comprensivo Sabin, e sviluppati anch’essi professionalmente sul piano della grafica e del design, saranno i migliori amici di Tina e Milo nell’avventura verso Milano Cortina 2026 e arricchiranno le loro storie con giochi, scherzetti e tanta, tanta simpatia.

L’orgoglio di Mancuso

Il presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso esprime «soddisfazione e orgoglio» per la presentazione sul prestigioso palco di Sanremo delle due mascotte Tina e Milo scelte per rappresentare l’Olimpiade e la Paralimpiade di Milano-Cortina 2026.: «La Calabria, in particolare l’Istituto Comprensivo di Taverna in provincia di Catanzaro, grazie al progetto elaborato da giovani studenti sarà protagonista alle Olimpiadi invernali del 2026, con le immagini legate alle mascotte che faranno il giro del mondo». Da Mancuso «un plauso ai ragazzi dell’istituto di Taverna e un doppio apprezzamento per le parole espresse dal giovane Federico Barra dal palco di Sanremo. Descritto come ‘forte e agguerrito’ da Amadeus, Federico ha parlato dell’importanza di fare gioco di squadra, rappresentando uno dei valori principali dello sport. Allo stesso modo – ha concluso il presidente Mancuso – l’impegno di tutti noi deve tendere a fare della Calabria una regione capace di centrare traguardi ambiziosi con il prezioso gioco di squadra».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x