Ultimo aggiornamento alle 16:02
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’annuncio

Ritardi pagamenti, Fitto: «Archiviata la procedura relativa alla sanità calabrese»

Il ministro: «L’impegno per la riduzione del numero delle infrazioni pendenti sull’Italia prosegue»

Pubblicato il: 24/04/2024 – 18:15
Ritardi pagamenti, Fitto: «Archiviata la procedura relativa alla sanità calabrese»

BRUXELLES «L’impegno del governo per la riduzione del numero delle infrazioni pendenti sull’Italia prosegue con determinazione». Così il ministro per gli Affari europei e il Pnrr Raffaele Fitto, in una nota, commenta l’archiviazione da parte della Commissione europea di sette procedure di infrazione nei confronti dell’Italia, aperte in passato per violazioni del diritto europeo, con conseguente riduzione dei casi aperti da 70 a 63, il dato più basso da luglio 2018. Approssimandosi alla media europea di circa 56 procedure per Stato membro, l’Italia si avvicina ai suoi principali partner europei, riducendo la conflittualità del nostro ordinamento con quello europeo e rafforzando l’immagine dell’Italia sui tavoli di Bruxelles, si legge in una nota, sottolineando che viene quindi definitivamente ridotto l’impegno finanziario in termini di sanzioni. «Si tratta di un risultato importante per il quale voglio ringraziare gli uffici della Commissione europea, con i quali la continua cooperazione è improntata a massima lealtà e correttezza. Il lavoro svolto rende l’Italia più forte e più credibile in Europa, consentendoci di proseguire con convinzione nel percorso di progressiva ulteriore risoluzione delle contestazioni che vengono mosse al nostro Paese, al fine di garantire la piena rappresentazione degli interessi dell’Italia nel rispetto delle norme europee», sottolinea Fitto.
Con le ultime chiusure registrate si ottiene l’archiviazione di due procedure in materia di recupero di aiuti di Stato illegittimi, per le quali questo Governo aveva ottenuto la cessazione del pagamento delle sanzioni pecuniarie sin da ottobre 2023; si chiude una questione attinente le concessioni autostradali che era ormai stata ulteriormente aggravata con il rischio di sanzioni; si perviene alla chiusura del dossier sul reddito di cittadinanza e all‘archiviazione di una delle procedure in materia di ritardo dei pagamenti, in particolare quella relativa alla sanità della Regione Calabria. È stata archiviata la procedura relativa all’attuazione del Piano nazionale di azione per il radon, garantendo un importante obiettivo per la tutela della salute dei cittadini.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x