Ultimo aggiornamento alle 20:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il verbale

I viaggi della droga raccontati da Maestri: «Acquistavo cocaina da Nicola Abbruzzese ogni 15 giorni»

Costa circa 45 euro. Il pentito tira in ballo il fratello, «un pusher». Gli Abruzzese «venivano a Cosenza a prendere i soldi della droga»

Pubblicato il: 29/04/2024 – 18:05
di Fabio Benincasa
I viaggi della droga raccontati da Maestri: «Acquistavo cocaina da Nicola Abbruzzese ogni 15 giorni»

COSENZA Estorsioni e traffico di droga. Sono questi i due core business della mala della Sibartide, secondo i racconti forniti da Gianluca Maestri: neo pentito cosentino, coinvolto nelle operazioni “Reset” e “Athena“. In occasione dell’udienza preliminare legata a quest’ultima inchiesta, condotta dalla Dda contro le cosca Abbruzzese, il pm Alessandro Riello ha depositato una serie di atti, tra cui il verbale che riporta le confessioni rese dal collaboratore di giustizia. Molte le parti omissate, ma chiari i riferimenti alle attività del clan ed agli uomini ed alle donne coinvolti negli episodi oggetto di contestazione da parte della procura antimafia.

I viaggi della droga

Il neo pentito è protagonista di diversi episodi di spaccio finiti al centro dell’inchiesta “Athena”. Una attività – quella dedita al traffico di droga – che avrebbe portato a termine insieme ad altri indagati. Che «trasportavano, cedevano e confezionavano, in più occasioni, quantitativi di sostanza stupefacente del tipo cocaina ed altra di natura imprecisata». Il collaboratore di giustizia racconta dei “viaggi” a Cosenza di una coppia di indagati, Rocco e Rosaria Abbruzzese e fornisce informazioni utili sugli spostamenti. «Rosanna (Rosaria, ndr) Abbruzzese, veniva a Cosenza col marito a prendere i soldi della droga. Immagino che lei fosse a conoscenza del motivo di quegli incontri, ma con lei non ho mai parlato di affari illeciti, perché essendo donna, preferivo parlare con suo marito. Tuttavia posso dire che era sempre presente con lui nelle occasioni in cui consegnavo i soldi o in quelle circostanze in cui ricevevo lo stipendio da Rocco (Abbruzzese, marito di Rosaria)».

«Roberto Olibano era uno stretto collaboratore»

Sollecitato dalle domande del pm Alessandro Riello, l’11 gennaio 2024 Maestri aggiunge particolari relativi ai soggetti, a detta del pentito, che avrebbero avuto un ruolo nel concludere affari illeciti nella Sibaritide. «Roberto Olibano era un mio stretto collaboratore per le attività illecite commesse a Cosenza, ma era coinvolto anche nell’attività di traffico di stupefacenti, insieme a me, per conto dei cassanesi. Specifico che ero io a tenere i contatti con i cassanesi (…) lui è venuto a Cassano solo in quell’occasione in cui è stato arrestato in flagranza». Ed ancora. «Giovanni Pagliaro aveva messo a disposizione l’abitazione della mamma, a Cosenza, come deposito e centro di lavorazione e confezionamento dello stupefacente. La sua collaborazione si è interrotta solo perché è stato arrestato in flagranza dai carabinieri. Come corrispettivo per la sua opera gli davamo 50 o 100 euro ogni volta che utilizzavamo quell’appartamento. E’ accaduto però solamente tre o quattro volte».
Il collaboratore di giustizia chiama in causa anche il fratello, Sandro Maestro, «coinvolto nel traffico di stupefacenti (…) era un pusher che spacciava stabilmente la droga che io gli fornivo, sebbene i contatti con i cassanesi li tenevo solo io».

Il prezzario

Gianluca Maestri prosegue nel rendere edotto il sostituto procuratore della Dda di Catanzaro, Alessandro Riello, sulle circostanze legate allo spaccio di droga. «Il prezzo al quale pagavo la cocaina, quando l’acquistavo da Nicola Abbruzzese era di 43/45 euro al grammo e mi rifornivo ogni 15 giorni circa». Maestri ricorda di essersi recato «più volte a Cassano», in una azienda, insieme a «Gennaro Presta per l’acquisto di una piccola partita di droga, da trattare con Nicola Abbruzzese detto “Semiasse” e Pasquale Forastefano».
(f.benincasa@corrierecal.it)

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x