Ultimo aggiornamento alle 14:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la decisione

Maestrale, annullata l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per Armando Galati

Il 69enne di Mileto, difeso dall’avvocato Bagnato, è accusato di associazione mafiosa, estorsione e traffico di stupefacenti

Pubblicato il: 03/05/2024 – 12:01
Maestrale, annullata l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per Armando Galati

VIBO VALENTIA Il Tribunale del riesame di Catanzaro, in accoglimento del ricorso proposto dall’avvocato Giuseppe Bagnato, ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Armando Galati. Il 69enne di Mileto nel marzo scorso era rimasto coinvolto in un nuovo troncone del processo denominato Maestrale, che aveva smantellato una presunta associazione dedita al narcotraffico di stupefacenti. In particolare al Galati si contesta di essere un partecipe dell’associazione in stretto contatto con Giuseppe Antonio Accorinti e Michele Galati, avendo canali autonomi di rifornimento, avrebbe fornito al gruppo ingenti quantitativi di stupefacenti. Gli viene contestata anche un’ulteriore ipotesi di detenzione di marijuana del tipo Albanese che avrebbe destinato alla vendita per un prezzo di 1.600 euro al chilo. Le indagini si sono avvalse del contributo dichiarativo di alcuni collaboratori di giustizia, di altri processi penali di narcotraffico, nonché dall’attività tecnica intercettiva sui dispositivi cellulari in uso ad alcuni indagati. All’udienza di discussione del riesame la difesa ha segnalato come gli elementi posti a sostegno dell’ordinanza di custodia cautelare non possono dirsi sufficienti per ritenere il Galati stabilmente inserito nella contestata associazione, né può parimenti affermarsi che lo stesso abbia detenuto un imprecisato quantitativo di stupefacente sulla base del solo dato intercettivo in cui si discuteva del prezzo di vendita. All’esito della camera di consiglio, il Tribunale del Riesame ha accolto le richieste della difesa ed ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare applicata ad Armando Galati che rimane comunque in carcere per il reato di associazione mafiosa ed estorsione perché imputato nel processo Maestrale in corso di celebrazione presso il Tribunale Collegiale di Vibo Valentia.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x