Ultimo aggiornamento alle 23:17
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

politica e non solo

«Evito i pranzi-questua e ricevo solo nel mio ufficio e solo su richiesta via email»

Il governatore Occhiuto intervistato da “Il Fatto Quotidiano” dopo il caso Toti. «Niente incontri singoli con gli imprenditori della sanità»

Pubblicato il: 20/05/2024 – 12:30
«Evito i pranzi-questua e ricevo solo nel mio ufficio e solo su richiesta via email»

CATANZARO «Ricevo solo nel mio ufficio e chiedo a chi vuole vedermi di anticipare con una email alla mia segreteria il tema del colloquio». Così il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, in un’intervista a “Il Fatto Quotidiano” con riferimento alla vicenda giudiziaria che ha coinvolto il governatore della Liguria Giovanni Toti. Rispondendo alle domande del giornalista Antonello Caporale, Occhiuto dice di avere coscienza che «la poltrona su cui sto seduto “consuma” (metta il vergo tra virgolette). Quindi ai consiglieri regionali e agli assessori della mia Giunta ho detto: voi dite che “curate” il territorio (metta tra virgolette il verbo curare). Io devo difendere la mia ambizione di non uscire “consumato” da questo ufficio». Nell’intervista a “Il Fatto Quotidiano” Occhiuto spiega qual è il suo approccio: «Numero uno: non accettare mai inviti a pranzo. Mangio con due amici, sempre gli stessi. Perciò evito. Yacht? Non me ne intendo, non fa per me. Ascolto, eccome. Ma ricevo solo nel mio ufficio e chiedo a chi vuole vedermi di anticipare con una email alla mia segreteria il tema del colloquio. E’ per tenere alto l’avviso che con me bisogna immaginare la cornice programmatica del colloquio e individuare il limite, diciamo». Il tema “spinoso” della sanità, «la maggiore industria pubblica, l’area più delicata e più esposta alle richieste, come rimarca lo stesso Occhiuto: «Ho deciso di troncare ogni connessione, discussione, valutazione. Ho comunicato agli imprenditori della sanità che non li avrei ricevuti singolarmente ma avrei conosciuto e dibattuto dei loro problemi con i rappresentanti di categoria. Per cui mi sono detto: più sto lontano…». Ricorda, poi, il presidente della Regione Calabria, di aver sottoscritto un protocollo d’intesa con la Dia per evitare infiltrazioni nel Pnrr. Alla domanda se ha mai ricevuto qualche proposta “hard”, Occhiuto specifica: «Mi è capitato. Mi è capitato di ascoltate proposizioni, anche da un sindaco è venuta fuori una proposta», sostenendo di aver rifiutato: «Certamente». Infine – chiede “Il Fatto Quotidiano” – ritiene Toti innocente? «Da quel che credo di sì», conclude Occhiuto». (a. cant.)

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x