Ultimo aggiornamento alle 10:15
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il racconto

Il comizio digestivo del Capitano: «Il mio libro è gratis per i milanisti, gli interisti pagano il doppio e gli juventini il triplo»

La frase sui «pieni poteri» 5 anni dopo: «Di errori ne ho fatti, chiedevo solo che gli italiani scegliessero un governo e che fosse stabile»

Pubblicato il: 30/05/2024 – 16:35
di Eugenio Furia
Il comizio digestivo del Capitano: «Il mio libro è gratis per i milanisti, gli interisti pagano il doppio e gli juventini il triplo»

COSENZA Tra gigantografie di Fellini, copie del libro “Controvento” e santini del generale Vannacci, il ristorante nel centro di Cosenza si riempie per Matteo Salvini: molti militanti, età media non alta, vasto schieramento di forze dell’ordine, qualche volto noto della politica cittadina, dall’ex Dc Santino Garofalo all’ex assessore provinciale di centrosinistra dell’era Acri e Oliverio, Clelia Badolato – oggi in quota Simona Loizzo, che è «una forza della natura» dice il ministro –; dopo aver salutato Katya Gentile, Cataldo Calabretta e il commissario Rossano Sasso, inizia il mini-comizio digestivo dopo il pranzo in un centralissimo ristorante dall’insegna identitaria.
Il clima è gioviale: «Una volta la Lega era presente solo al Nord, oggi abbiamo sindaci e consiglieri in tutta Italia – dice – e puntiamo su un elettorato di gente normale: salutiamo, attraversiamo sulle strisce e facciamo la raccolta differenziata…».
Poi ancora battute sul banchetto di “Controvento”: «Il libro agli interisti costa il doppio, per gli juventini il triplo mentre per i milanisti è gratis… Anzi offre Simona!».
Sulla campagna elettorale Salvini non ha dubbi: «In Calabria faremo una cosa grande e la Lega sarà la sorpresa assoluta», a pranzo si era lasciato sfuggire che Vannacci risulterà il più eletto della Lega in tutte le circoscrizioni.
Poi dal palchetto allestito nella sala su cui filtra il sole rovente del primo pomeriggio cosentino snocciola i classici temi della Lega: sicurezza, infrastrutture («la statale 106 non sarà più la strada della morte ma della bellezza»), casa, i temi caldi delle politiche comunitarie come l’agricoltura, mentre sulla guerra definisce Macron più guerrafondaio di Marine Le Pen e promette, strappando uno dei tanti applausi alla platea, che «nessun soldato italiano sarà mandato sul fronte ucraino». Il plenipotenziario Durigon è accanto a lui sul palco, nel pubblico non mancano Orlandino Greco con i suoi fedelissimi, l’ottimismo del leader del Carroccio è palpabile anche nel giorno in cui mette le bandierine sul decreto Salva casa e su quello degli autovelox.
Il resto è quello che Salvini sta dicendo nelle tappe calabresi: rivendica il ponte e attacca Elly Schlein «che essendo svizzera non sa cosa significa impiegare ore e ore per attraversare lo Stretto. Parli coi calabresi e i siciliani che ne hanno le palle piene. Il ponte – spiega – non è né di destra né di sinistra: è qualcosa che unisce».
Poi ancora applausi e risate quando annuncia la sua presenza la settimana prossima nel programma tv di Lilli Gruber su La7.
Nel punto stampa all’ingresso, Salvini non si era sottratto alla domanda sui «pieni poteri» nell’estate del tour nei lidi italiani: cinque anni dopo la frase infelice da cui poi iniziò il suo disarcionamento dal governo Conte, nel 2019, ammette che «di errori ne ho fatti tanti e ne farò altrettanti. Chiedevo semplicemente che gli italiani scegliessero un governo e che quel governo fosse stabile. Diciamo che la proposta di riforma della Costituzione per eleggere direttamente il presidente del consiglio con un passaggio democratico e popolare  dà più serietà e più stabilità al governo. Se poi qualcuno cambia idea si torna a votare». (e.furia@corrierecal.it)

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato  

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x