Ultimo aggiornamento alle 12:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

autonomia differenziata

L’emozione di Calderoli, l’esultanza di Salvini e il sorriso della Meloni

Le reazioni dei big del centrodestra dopo il via libera definitiva alla Camera. Tiepida Forza Italia

Pubblicato il: 19/06/2024 – 12:36
L’emozione di Calderoli, l’esultanza di Salvini e il sorriso della Meloni

ROMA La Lega esula, anche la premier Giorgia Meloni sui social si dice soddisfatta, mentre da Forza Italia ci sono poche reazioni. il via libera all’autonomia differenziata anche alla Camera sta ovviamente suscitando numerosi commenti. – “A dirlo mi tremano le gambe per l’emozione… C’è il via libera definitivo della Camera all’autonomia differenziata!”, così sui social il “padre” della legge, il ministro per gli Affari regionali Roberto Calderoli, che – reduce dalla maratona notturna in aula – pubblica una foto che lo ritrae sorridente in Transatlantico con in mano il testo del provvedimento diventato legge dopo il voto di questa mattina. “L’approvazione di oggi – sottolinea Calderoli – è il coronamento di anni e anni di battaglie politiche della Lega, all’interno delle istituzioni e nelle piazze insieme ai militanti, con un voto che scrive una pagina di storia per tutto il Paese”. Un percorso “che mi rende particolarmente orgoglioso, quando penso al mio caro nonno Guido e al suo progetto del Movimento Autonomista Bergamasco. Nel mio cuore – continua Calderoli – scorre un sangue autonomista fin da prima che io nascessi, bello pensare di aver coronato anche il suo sogno”. Da questo momento in avanti “c’è un iter tracciato e ben definito, che permetterà alle Regioni di valorizzare le proprie eccellenze e garantire servizi sempre migliori ai cittadini, nel segno della responsabilità e della trasparenza”. Per il ministro leghista “sbaglia chi dice che questo provvedimento spaccherà l’Italia, perché farà l’esatto contrario. L’obiettivo è permettere a tutte le Regioni di correre sempre più veloce, riducendo i divari territoriali e realizzando quell’unità che c’è solo sulla carta”. “L’orizzonte è davanti a noi e la via da intraprendere è definita, ora non resta che avere il coraggio di percorrerla. Si apre una fase nuova, il Governo sarà al fianco di chi vorrà cogliere questa storica sfida”, conclude Calderoli.

Salvini e Meloni

 “Giornata storica: l’Autonomia è legge!”, così a sua volta il vicepremier e leader della Lega Matteo Salvini. “Per un’Italia più efficiente e più moderna, con meno sprechi e più servizi a tutti i cittadini, da Nord a Sud: dopo tanti anni di battaglie e di impegno – scrive Salvini -, nonostante le bugie e gli attacchi della sinistra, grazie alla Lega ed al governo l’Autonomia richiesta da milioni di Italiani è stata approvata questa mattina anche alla Camera ed è finalmente legge. Una vittoria di tutti gli italiani: grazie a tutti!”. Su x invece il commento della premier e leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni: “Più autonomia, più coesione, più sussidiarietà. Ecco i tre cardini del disegno di legge sull’autonomia differenziata approvato alla Camera. Un passo avanti per costruire un’Italia più forte e più giusta, superare le differenze che esistono oggi tra i diversi territori della Nazione e garantire gli stessi livelli qualitativi e quantitativi delle prestazioni sull’intero territorio. Avanti così, nel rispetto degli impegni presi con i cittadini”.

Forza Italia “tiepida”

Più tiepidi i commenti da Forza Italia.  “Non c’è nessuno scambio o ‘mercimonio’, come è stato detto in modo propagandistico dalle opposizioni. Noi stiamo applicando il programma elettorale. Non stiamo prendendo in giro gli italiani, piuttosto stiamo realizzando le cose che abbiamo promesso due anni fa, perché se non lo facessimo passeremmo per traditori della volontà popolare”, dice la senatrice di Fi e vice presidente del Senato Licia Ronzulli, ospite a Coffee Break su La7. “Il programma elettorale del 2022 è stato siglato da tre partiti diversi che stanno insieme in una coalizione – ha aggiunto – Non siamo un partito unico, è ovvio che ognuno porta in dote un patrimonio di idee e di programmi che vuole portare avanti. Quindi anziché parlare di scambio sarebbe più corretto parlare di attuazione del programma elettorale”.  Per Cesare Mulè, vicepresidente della Camera e deputato di Forza Italia, l’autonomia differenziata “obbedisce ad un programma che il centrodestra si era dato insieme ad altre riforme importanti come il premierato, come la giustizia. Stiamo attuando in maniera leale ciò che avevamo promesso di fare con gli elettori – ha aggiunto il parlamentare -. Riteniamo che l’autonomia differenziata possa essere un motore di sviluppo da una parte e, per quanto riguarda chi governa, un’assunzione di responsabilità ulteriore per non essere sempre dipendenti da qualcun altro. Adesso, le amministrazioni dimostreranno il loro valore grazie a questo nuovo disegno di legge”.

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x