Ultimo aggiornamento alle 14:03
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il retroscena

Dissidenti espulsi dal Pd, Boccia: non coinvolgetemi in queste beghe da condominio – IL DOCUMENTO

La Garanzia su Graziadio, Tinto e Trecroci: violate norme statutarie e regolamentari. E il capo dei senatori dem si lamenta del caos a Cosenza

Pubblicato il: 25/06/2024 – 12:31
Dissidenti espulsi dal Pd, Boccia: non coinvolgetemi in queste beghe da condominio – IL DOCUMENTO

COSENZA Giusto il tempo di finire lo spoglio dei ballottaggi ed è arrivata la notte dei lunghi coltelli. Dopo uno slittamento all’ora di pranzo, la riunione della commissione di garanzia del Partito democratico cosentino ha ratificato l’espulsione dei tre dissidenti dem Francesco Graziadio, Gianfranco Tinto e Aldo Trecroci, che a gennaio avevano annunciato la nascita di un nuovo gruppo consiliare (Democrazia e Partecipazione) ma, contestualmente, la volontà di rimanere iscritti al partito. I tre consiglieri di maggiorenza, a marzo erano anche tornati in argomento ricevendo subito la risposta dei vertici provinciali del Pd.
Si chiude dunque – almeno per il momento – la vicenda, dopo che per ore i telefoni dei protagonisti sono stati roventi – soprattutto quelli dei componenti della commissione presieduta da Salvatore Perugini –, mentre da ambienti interni al partito era emerso un certo malumore dei vertici nazionali, con il presidente del gruppo a Palazzo Madama Francesco Boccia che, alle prese con le “buone notizie” nell’analisi del voto nazionale e locale, si sarebbe lamentato coi suoi referenti cosentini per essere stato coinvolto in «questioni di condominio».

Il provvedimento

«La decisione dei tre consiglieri comunali di Cosenza, eletti nella lista del Pd, originariamente iscritti al gruppo consiliare del Pd, di abbandonare il gruppo del Pd e di costituire il gruppo, autonomo e distinto, denominato Democrazia e Partecipazione, viola le norme statutarie e regolamentari (…)»: di qui la decisione di «cancellare i tre dall’anagrafe degli iscritti e dall’albo degli elettori per la durata di un biennio». Il provvedimento della Commissione provinciale di Garanzia del Pd di Cosenza è sottoscritto, oltre che dal presidente Salvatore Perugini, dai commissari Emanuele Mundo, Andrea Chiappetta, Pasqualino Santoianni, Teodoro Calabrò e Ludovico Serra. (euf)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x