Ultimo aggiornamento alle 22:26
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Pd all`attacco sui fondi Por

Rimodulare i Por ma farlo con la concertazione che «è un vincolo comunitario». E` questa l`idea lanciata stamani dal Pd nel corso di una conferenza stampa sui fondi Por che, a detta del commissario…

Pubblicato il: 28/04/2012 – 17:43
Pd all`attacco sui fondi Por

Rimodulare i Por ma farlo con la concertazione che «è un vincolo comunitario». E` questa l`idea lanciata stamani dal Pd nel corso di una conferenza stampa sui fondi Por che, a detta del commissario regionale, Alfredo D`Attorre rappresenta «un`altra questione cruciale» su cui il partito di Bersani «intende aprire un vero e proprio confronto» specie se si considera che, come detto dal capogruppo alla Regione, Sandro Principe, «il bilancio continua ad essere ingessato» e di conseguenza «l`utilizzo dei fondi europei diventa essenziale per lo sviluppo della Calabria».
Tutto questo in una regione che, per quanto riguarda i Por, ha sottolineato Mario Maiolo, «dopo 24 mesi di governo del centrodestra ritorna indietro diventando penultima nelle classifiche quando, con il governo di centrosinistra, siamo stati al primo posto ed è impossibile che entro il 30 giugno si rendiconteranno quattro milioni di euro».
Nel corso della conferenza stampa, gli esponenti del Pd hanno citato una serie di dati facendo il confronto con la passata Giunta di centrosinistra quando, ha ricordato Principe, per quanto riguarda la programmazione 2000/2006 «si era allo stato primitivo nella sua attuazione e noi nei cinque anni di governo abbiamo evitato di perdere i finanziamenti. Poi abbiamo approvato il Por e siamo stati al primo posto mentre ora è tutto fermo e Scopelliti rimane silente di fronte allo scippo dei fondi Fas. C`è il blocco totale e noi non diciamo queste cose solo per dirle, ma la nostra è una posizione politica e siamo disposti a dare il nostro contributo di idee».
Risultati, quelli ottenuti dal governo di centrosinistra di cui Maiolo «come assessore di quella fase – ha detto – rivendico come Pd e che oggi si stanno perdendo. Quello del centrosinistra era un programma eccellente che si reggeva anche economicamente, resistendo pure politicamente all`utilizzo dei Fas come, invece, non è stato fatto da Scopelliti che in consiglio regionale ha presentato un programma del tutto stravolto». Maiolo ha poi parlato di «inagibilità democratica di merito nel gestire queste cose» ritenendo nel contempo «un errore cancellare la commissione per le politiche comunitarie. Sono preoccupato perché c`è uno spostamento dell`utilizzo di queste risorse come se fossero un bancomat. Sulle politiche sociali noi avevamo fatto un programma concordato punto per punto con Bruxelles ed ora, invece, ad esempio, è stato cancellato il piano delle politiche sociali, tornando al welfare caritatevole. E per il bando sul turismo i soldi c`erano e Scopelliti ha perso i fondi».
Parlando poi del porto di Gioia Tauro, D`Attorre ha sostenuto che «bisogna agire con cautela e chi sta nel gruppo del Pd è importante che tenga ben fermo quello che è il principio della concertazione. Chi riveste una carica parlamentare non è il caso che rivesta anche un incarico gestionale ed è bene che Arlacchi sciolga questo nodo».
Sul porto di Gioia Tauro Principe ha ricordato che «Medcenter e Contship hanno detto che Gioia può essere competitiva se ci sono i contributi dello Stato, altrimenti non si regge la concorrenza dei porti del Sud del Mediterraneo. Queste cose il Pd le dice da almeno due anni e noi siamo disposti a dare tutto il nostro sostegno a livello regionale e nazionale, dando il nostro contributo».
Sulla stessa lunghezza d`onda, Mario Maiolo, che ha ricordato che con il Governo Prodi c`è stata una vicenda positiva ed ora, invece, con il Governo Monti «c`é una situazione diversa. L`Apq – ha concluso – è stato finanziato dalla Regione senza discuterne con il consiglio regionale, violando la legge comunitaria per l`approvazione degli Apq».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x