Ultimo aggiornamento alle 22:43
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Mare sporco, abbiamo fatto tutto per risolvere

AMANTEA «Non abbiamo nulla che possiamo rimproverarci. Abbiamo fatto tutto quanto era nelle nostre possibilità per affrontare la questione della depurazione e per offrire un mare pulito ai cittadin…

Pubblicato il: 26/06/2012 – 17:23
Mare sporco, abbiamo fatto tutto per risolvere

AMANTEA «Non abbiamo nulla che possiamo rimproverarci. Abbiamo fatto tutto quanto era nelle nostre possibilità per affrontare la questione della depurazione e per offrire un mare pulito ai cittadini e ai turisti che scelgono la nostra città come meta delle vacanze». Così il sindaco di Amantea, Franco Tonnara, spiega le azioni intraprese dall`amministrazione comunale in tema di depurazione delle acque reflue. Una precisazione arrivata dopo l`articolo sul corrieredellacalabria.it che aveva denunciato lo stato di degrado del mare riscontrato domenica scorsa lungo la costa della cittadina del Tirreno cosentino. Per Tonnara quanto accaduto sarebbe dovuto a circostanze estranee ad Amantea. «La nostra rete fognaria – ha detto – è allacciata al depuratore di Nocera e l`impianto più vicino alla città è troppo distante per compromettere le acque marine». Da qui una riflessione: «il mare – ha sostenuto – è fatto di vasi comunicanti per questo motivo può verificarsi il passaggio, anche nel tratto antistante la nostra costa, della famigerata striscia di colore marroncino sospinta dalle correnti. Ed è quello che è successo domenica 24 giugno. Un episodio che però non può mettere in discussione il grado complessivo di buona salute che gode il mare di Amantea». E il primo cittadino elenca gli interventi realizzati in questi anni per un totale di 1,5 milioni. «Gli impianti, le condutture e le stazioni di sollevamento, che conducono le acque reflue verso il grande depuratore di Nocera Terinese – ha sostenuto il sindaco – sono stati rimessi in sesto e siamo anche riusciti a eliminare settecento pozzi neri. Inoltre proprio in queste ore stiamo verificando le ultime abitazioni per comprendere se esistono ulteriori, ma sicuramente residuali, situazioni di abusi». Per tutta questa attività Tonnara si è detto convinto che «gli episodi di mare sporco possono dipendere dal fondale». «La sporcizia accumulata in anni – ha sostenuto – potrebbero risalire a galla in occasione dei marosi sporcando le acque del nostro mare. Ma rispetto a questo noi non possiamo fare più di quanto già messo in atto». Sulla natura delle strisce Tonnara è categorico: «non è materiale fognario». «Dai dati diffusi dal dipartimento Ambiente della Regione Calabria, relativi al mare di Amantea – ha detto –, su complessivi 13 punti di analisi, 12 sono eccellenti ed uno solo buono, a ridosso del fiume Oliva. Ora guardiamo alla stagione estiva con una certa dose di ottimismo». Un auspicio che si augurano anche i turisti della zona soprattutto quelli che hanno trovato domenica scorsa il mare in pessime condizioni.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x