Ultimo aggiornamento alle 20:46
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Cosenza, la Provincia restituisce deleghe e personale alla Regione

COSENZA L’ultimatum è scaduto. La decisione è stata assunta e non si torna più indietro. Il presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, ha preso carta e penna e lo ha scritto chiaramente…

Pubblicato il: 21/09/2012 – 19:02
Cosenza, la Provincia restituisce deleghe e personale alla Regione

COSENZA L’ultimatum è scaduto. La decisione è stata assunta e non si torna più indietro. Il presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, ha preso carta e penna e lo ha scritto chiaramente al governatore Peppe Scopelliti e, per conoscenza, agli assessori al Personale, Domenico Tallini, e al Bilancio, Giacomo Mancini. I dipendenti transitati dalla Regione alla Provincia di Cosenza per effetto della legge sul trasferimento delle deleghe vengono “rispediti al mittente”. Il motivo? Palazzo Alemanni ha assegnato all’ente intermedio le funzioni amministrative e le risorse umane, ma non le dovute risorse finanziarie. La Provincia bruzia ha anticipato fino a oggi 11 milioni di euro ma adesso – ha spiegato Oliverio qualche settimana fa nel corso di una conferenza stampa – non è più nelle condizioni di erogare anticipazioni. E soprattutto non intende proseguire una sorta di “monologo” al cospetto di un interlocutore istituzionale che, denunciano da Cosenza, non ha mai dato risposta o si è limitato a formulare solo delle generiche rassicurazioni.
Durante l’ultimo incontro con i giornalisti, ricorda un comunicato della Provincia, «lo stesso presidente Oliverio aveva sollecitato la giunta regionale calabrese ad assumere quantomeno gli atti amministrativi necessari alla regolarizzazione di una situazione diventata ormai non più sostenibile anche in conseguenza delle nuove norme contenute nei provvedimenti assunti dal governo nazionale in materia di finanza locale». Sempre nel corso di quella conferenza stampa, il massimo rappresentante dell’ente locale aveva «dettagliatamente illustrato e annunciato la decisione assunta e che ora porterà al vaglio del consiglio provinciale convocato per lunedì prossimo 24 settembre». Ovvero il rientro dei lavoratori nel ruolo della Regione a far data dal prossimo primo ottobre.
«Abbiamo atteso invano – ha commentato Oliverio – prima l’assunzione dei necessari provvedimenti per il trasferimento di somme dovute che l’ente Provincia ha anticipato per il pagamento del personale dipendente, ma anche la convocazione di un “tavolo tecnico” annunciato da Scopelliti e mai convocato. A questo punto siamo costretti a restituire alla Regione le funzioni e il personale trasferito e ad assumere un provvedimento che mai avremmo voluto assumere. Purtroppo, al di là degli annunci giornalistici, dobbiamo prendere atto che non vi è stato alcun provvedimento amministrativo concreto e formale per risolvere positivamente una situazione che ormai si trascina da molto tempo e per la quale abbiamo assunto responsabilità non di poco conto».
«Nel rispetto dei diritti dei lavoratori – ha scritto Oliverio ¬alla Regione – la Provincia provvederà all’anticipazione al personale dipendente dello stipendio relativo al corrente mese e le risorse finanziarie necessarie andranno ad incrementare la somma di circa 11 milioni già anticipata in precedenza. Nell’esprimere il nostro disappunto per non aver ricevuto alcun riscontro alle nostre sollecitazioni – ha concluso il presidente della Provincia di Cosenza – cogliamo l’occasione per ribadire che siamo costretti a questa scelta con sofferenza».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb