Ultimo aggiornamento alle 16:13
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Case famiglia, Guccione (Pd): la Regione eroghi le rette

Il consigliere regionale Carlo Guccione ha presentato un`interrogazione al presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti, «sul mancato adeguamento e sui gravi ritardi nella erogazione delle rette a…

Pubblicato il: 21/10/2012 – 19:44
Case famiglia, Guccione (Pd): la Regione eroghi le rette

Il consigliere regionale Carlo Guccione ha presentato un`interrogazione al presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti, «sul mancato adeguamento e sui gravi ritardi nella erogazione delle rette alle strutture della provincia di Cosenza che ospitano minori».
«In provincia di Cosenza – spiega Guccione nel testo – operano 93 strutture che accolgono 998 minori distribuite in 27 Case famiglia con 297 minori accolti, 59 Centri diurni con 652 minori accolti, 7 Gruppi appartamento con 49 minori accolti. I minori ospitati in queste strutture sono perlopiù bambini disagiati e bisognosi di aiuto, privi di una famiglia idonea, provenienti dalle zone più povere e più difficili dell`area urbana cosentina e dell`intera provincia» e «all`interno di queste strutture operano figure specialistiche (educatori ed assistenti sociali) che hanno fatto dell`accoglienza prima che un lavoro, la ragione della propria vita».
«Da tempo – rileva il consigliere regionale – opera in provincia di Cosenza un Coordinamento provinciale dei servizi per i minori che non ha fini di lucro e che si propone di collegare le case famiglia e gli altri servizi educativi, sociali ed assistenziali aderenti. Stante l`inadeguatezza delle risorse destinate per le annualità 2010 e 2011 e per il 2012, queste strutture non hanno ancora ricevuto i fondi trasferiti dalla Regione al Comune di Cosenza e, a dieci mesi dall`inizio del 2012, dalla Regione non si è ancora visto nemmeno un euro e in conseguenza di ciò queste strutture sono ormai ridotte alla fame e non possono più provvedere ai fabbisogni quotidiani degli ospiti, mentre gli operatori non ricevono gli stipendi ormai da diversi mesi».
Nell`interrogazione, Guccione chiede pertanto di sapere «quali iniziative urgenti si intendono assumere per adeguare le misere rette che eroga la Regione per ogni bambino ospitato e per risanare celermente una situazione di ritardi nell`erogazione dei fondi destinati alle strutture di accoglienza dei minori che definire “vergognosa” significa davvero usare un eufemismo. Una situazione che non può essere più sottaciuta e tollerata soprattutto in un momento di crisi gravissima come quello che sta attraversando la Calabria. Una società veramente civile e democratica non può starsene tranquilla e indifferente di fronte al dolore e alla sofferenza di bambini sfortunati, poveri e abbandonati fin dalla nascita, a cui ora si vuole negare anche quello che spetta loro di diritto».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x