Ultimo aggiornamento alle 23:44
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Lsu-Lpu, manifestazione di protesta spostata a Reggio

REGGIO CALABRIA Si farà a Reggio Calabria, e non più a Villa San Giovanni, la manifestazione di protesta dei lavoratori Lsu e Lpu promossa dai sindacati confederali per il 4 novembre. Ieri la Cgil …

Pubblicato il: 02/11/2013 – 12:47
Lsu-Lpu, manifestazione di protesta spostata a Reggio

REGGIO CALABRIA Si farà a Reggio Calabria, e non più a Villa San Giovanni, la manifestazione di protesta dei lavoratori Lsu e Lpu promossa dai sindacati confederali per il 4 novembre. Ieri la Cgil aveva scritto al ministro dell`Interno sostenendo che il questore di Reggio Calabria, Guido Longo, non aveva autorizzato la manifestazione a Villa San Giovanni nel piazzale antistante la stazione ferroviaria. Ieri sera era intervenuta la Questura di Reggio per chiarire che non si era trattato di una mancata autorizzazione, ma di un invito a scegliere una piazza diversa per la manifestazione per evitare disagi alle persone in viaggio per il ponte di Ognissanti. «Abbiamo deciso, insieme a Cisl e Uil – afferma la Cgil di Reggio in una nota diffusa stamattina – di spostare la manifestazione dei lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità del prossimo 4 novembre da Villa San Giovanni a Reggio Calabria, in piazza Italia. Lo abbiamo fatto per il nostro consueto senso di responsabilità e per tentare di rasserenare gli animi dei lavoratori che si sono visti privare di manifestare in un luogo simbolo del sindacato confederale provinciale, con una scusa davvero poco credibile e quasi provocatoria. Protestare e manifestare in modo democratico è una delle funzioni insopprimibili dell`agire sindacale e di rivendicazioni fondamentali quali la certezza del salario e la stabilizzazione del lavoro. E la manifestazione del 4 novembre chiede, da una parte, attenzione al governo nazionale anche nella discussione parlamentare della Legge di stabilità e, dall`altra, alla giunta regionale di intervenire anche in sede di assestamento di bilancio per trovare le risorse necessarie a garantire la copertura finanziaria delle indennità dei lavoratori e la loro stabilizzazione». «Intanto, nel riconfermare il nostro giudizio negativo sulla mancata autorizzazione di Villa San Giovanni – conclude la Cgil – non accettiamo il diktat del Questore di Reggio Calabria. In sostanza, questa partita è solo rinviata». (0090)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x