Ultimo aggiornamento alle 12:56
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La protesta dei precari blocca la Calabria

COSENZA Si protesta da stamattina a Cosenza e a Reggio Calabria dove è partito rispettivamente il blocco del transito veicolare lungo l`autostrada Salerno-Reggio e ferroviario nella città dello Str…

Pubblicato il: 04/11/2013 – 12:23
La protesta dei precari blocca la Calabria

COSENZA Si protesta da stamattina a Cosenza e a Reggio Calabria dove è partito rispettivamente il blocco del transito veicolare lungo l`autostrada Salerno-Reggio e ferroviario nella città dello Stretto. In particolare nella città dei Bruzi un gruppo di lavoratori Lsu e Lpu, insieme ai rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil, ha bloccato l`autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria all`altezza dello svincolo di Rende. Il blocco è stato deciso nel corso della manifestazione che i lavoratori stavano attuando da stamattina per protestare contro la mancata erogazione delle loro spettanze e per chiedere la loro stabilizzazione. Sindacati e lavoratori chiedono, in particolare, un tavolo a Roma per discutere della vertenza dei precari e notizie dalla Regione Calabria sull`assestamento di bilancio.
A causa del blocco del traffico sull`autostrada Salerno-Reggio Calabria, attuato dai lavoratori socialmente e dai precari, nel tratto compreso tra Cosenza nord-Rende e Cosenza sud, l`Anas aveva attuato una serie di deviazioni. Istituita l`uscita obbligatoria allo svincolo di Tarsia nord, (per i veicoli in direzione sud) e rientro a Falerna attraverso le statali 283 e 18. Percorso inverso per i veicoli in direzione nord. Per i mezzi pesanti di lunga percorrenza in direzione nord si consiglia l`uscita a Falerna e rientro a Lagonegro nord attraverso la strada statale 18.
A causa della manifestazione si sono registrati anche rallentamenti sulla statale 107 “silana-crotonese” tra i km 24 e 26, in corrispondenza dello svincolo autostradale di Cosenza.
E un`iniziativa parallela dei lavoratori Lsu e Lpu si registra anche a Reggio Calabria dove nell`ambito delle attività di protesta è stata occupata la stazione ferroviaria. I lavoratori, secondo quanto riferisce un comunicato della Cgil, che ha promosso la protesta insieme a Cisl e Uil, hanno bloccaio i binari, impedendo il transito dei treni.
Nella mattinata, dalla Regione è arrivata la disponibilità a trovare le risorse per garantire ai precati le mensilità che gli spettano, ma nessuna assicurazione per il futuro. La manifestazione chiedeva impegni concreti per la stabilizzazione dei lavoratori. Impegni che non sono arrivati. La protesta, dunque, continua.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x