Ultimo aggiornamento alle 22:53
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Stasi "indaga" Urbani

CATANZARO Andrea Urbani è un assenteista? Saranno la Procura di Catanzaro e la Corte dei conti a stabilirlo, ma intanto Antonella Stasi ha avviato una sorta di indagine interna per saperne di più s…

Pubblicato il: 21/11/2014 – 10:52
Stasi "indaga" Urbani

CATANZARO Andrea Urbani è un assenteista? Saranno la Procura di Catanzaro e la Corte dei conti a stabilirlo, ma intanto Antonella Stasi ha avviato una sorta di indagine interna per saperne di più sulle “abitudini lavorative” del sub-commissario alla Sanità. La “governatrice” calabrese ha infatti chiesto al dirigente generale del dipartimento Salute, Bruno Zito, e al dirigente del settore economico del dipartimento Personale, Giuseppe Longo, di «produrre gli elementi di riscontro in merito alla vicenda prospettata». Stasi si riferisce all’esposto presentato dal deputato del Movimento 5 Stelle, Paolo Parentela, alla Procura del capoluogo e ai magistrati contabili, per approfondire il modo in cui Urbani «interpreta il suo ruolo di sub-commissario per l’attuazione del piano di rientro dal debito sanitario della Regione Calabria». Al centro della vicenda le presunte assenze dal dipartimento Salute del delegato del governo, che per il suo incarico «riceve 8mila euro al mese».
Il parlamentare grillino aveva ricordato la battaglia del Movimento «contro gli sprechi, gli abusi e i tornaconti di partito nell’amministrazione pubblica calabrese, interessando ogni volta la giustizia. Per coerenza, dunque, ho ritenuto opportuno esporre i fatti riassunti dalla stampa, che ha raccontato di una scarsa presenza di Urbani nella struttura commissariale, nonostante prescrivano il contrario le norme che ne regolano il compenso».
«Urbani – proseguiva Parentela – deve occuparsi del completamento della rete assistenziale. Mi torna difficile comprendere come possa farlo, se fosse vero, come scrivono i giornali, che va nel suo ufficio una volta a settimana. Non è un mistero che il sub-commissario sia vicino al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. La riorganizzazione della nostra sanità non può avvenire ove ci fossero situazioni di convenienza consentite dalla politica. Mi auguro che Urbani risulti, invece, assiduamente presente al dipartimento regionale, così come lo è stato – conclude – durante il tour elettorale in Calabria del ministro Lorenzin».
Ora interviene anche la Stasi, per mezzo di una nota interna firmata dal dirigente generale vicario della Presidenza della giunta, Giuseppe Bianco, nella quale si sollecitano quei «riscontri» che potrebbero sgonfiare la polemica oppure farla deflagrare definitivamente.

 

Pietro Bellantoni

p.bellantoni@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x