Ultimo aggiornamento alle 11:37
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Il viaggio della cocaina da Cittanova ad Aosta

AOSTA Accusato di aver portato cocaina da Cittanova (Reggio Calabria) ad Aosta sia in treno sia in auto, Domenico Mammoliti, aostano di 27 anni, è stato condannato a un anno di reclusione e 2mila e…

Pubblicato il: 15/01/2015 – 13:15
Il viaggio della cocaina da Cittanova ad Aosta

AOSTA Accusato di aver portato cocaina da Cittanova (Reggio Calabria) ad Aosta sia in treno sia in auto, Domenico Mammoliti, aostano di 27 anni, è stato condannato a un anno di reclusione e 2mila euro di multa dal giudice monocratico del tribunale di Aosta. Nello stesso processo, seguito all’inchiesta Augusta Praetoria della polizia, Salvatore Pandolfino (45), di Aosta, accusato di alcuni episodi di spaccio di eroina, è stato condannato a un anno e tre mesi di reclusione e a 3.000 euro di multa.
Mammoliti è in carcere dal giugno 2013 nell’ambito dell’inchiesta “Hybris” dei carabinieri. Gli episodi contestati risalgono al febbraio e al marzo del 2011, quando per l’accusa fece almeno due viaggi in Calabria, sostando in un hotel di lusso ma anche da parenti, per approvvigionarsi di “quantitativi non modici” di cocaina destinata al mercato di Aosta. «Non c’è nessuna prova che il mio assistito sia andato in Calabria per comprare droga, come non ce ne sono che lui l’abbia venduta. Al più, c’è stato un acquisto fatto per motivi personali. È un’indagine che non ha portato a nulla», ha detto durante la discussione il suo avvocato, Davide Sciulli.
Pandolfino era assistito dall’avvocato Maria Chiara Marchetti, che ha attribuito alla compagna del suo assistito un episodio di cessione di eroina e ha definito «consumo di gruppo» gli altri fatti. Con la sentenza di oggi del giudice Davide Paladino – che ha accolto le richieste del pm Pasquale Longarini – è terminato il processo di primo seguito all’operazione di due anni fa della Squadra mobile, quando furono denunciati 25 valdostani, di cui 13 finiti davanti al gup nel marzo scorso (tre patteggiamenti e una condanna). Per le altre posizioni era stato disposto il “non luogo a procedere”.

 

 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x