Ultimo aggiornamento alle 22:53
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Catanzaro indaga sulle fondazioni

CATANZARO Calabria etica, ma anche Fondazione Calabresi nel mondo. E non solo. Le assunzioni pazze negli enti sub-regionali finiscono al centro delle attenzioni della Procura di Catanzaro. Il procu…

Pubblicato il: 01/04/2015 – 17:04
Catanzaro indaga sulle fondazioni

CATANZARO Calabria etica, ma anche Fondazione Calabresi nel mondo. E non solo. Le assunzioni pazze negli enti sub-regionali finiscono al centro delle attenzioni della Procura di Catanzaro. Il procuratore aggiunto Giovanni Bombardieri ha aperto un fascicolo ad hoc per avviare una ricognizione sul mondo delle società in house della Calabria. Un’indagine che muove i suoi passi a partire da quanto accaduto in Calabria etica e in Calabresi nel mondo. Gli inquirenti cercano riscontri a un’ipotesi di reato: l’utilizzo dei due enti a fini di voto di scambio nell’imminenza delle ultime tornate elettorali.
Calabria etica e Calabresi nel mondo – come rivelato in anteprima dal Corriere della Calabria – hanno avviato un’intensa campagna di assunzioni a ridosso delle ultime elezioni regionali, amministrative ed europee. Calabria etica, in particolare, ha dato il via libera a circa 250 contratti a progetto nel solo mese di novembre 2014, alla vigilia del rinnovo del consiglio regionale della Calabria. La fondazione, guidata fino a pochi mesi fa da Pasqualino Ruberto, ha messo sotto contratto circa 700 collaboratori nel corso dell’ultimo anno. L’ex esponente di Ncd e Mpa è candidato a sindaco alle prossime comunali di Lamezia.
Lente di ingrandimento anche su Calabresi nel mondo, guidata dal deputato di Forza Italia Pino Galati. La società – che si occupa di sviluppo economico in collaborazione con i network dei calabresi residenti all’estero – ha siglato circa 100 contratti nei mesi precedenti le ultime elezioni europee dello scorso 25 maggio. Un mese fa l’ultima infornata: 16 co.co.pro a pochi mesi dalle amministrative di Lamezia, che vedono il parlamentare azzurro al fianco del candidato sindaco Paolo Mascaro.

 

NESSUN INDAGATO
Allo stato, da quanto trapela, non ci sono indagati. La Procura attende le prime informative del Nisa (Nucleo investigativo sanità e ambiente) e solo in un secondo momento emetterà eventuali avvisi di garanzia.
La polizia giudiziaria ha già avviato le prime acquisizioni documentali negli uffici regionali, con particolare riferimento a tutti gli atti che regolamentano i rapporti tra la Regione e gli enti in house.

 

Pietro Bellantoni

p.bellantoni@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x