Ultimo aggiornamento alle 23:32
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Crollo in diretta nel centro storico di Cosenza

COSENZA Il parlamentare del Movimento 5 Stelle Nicola Morra ha pubblicato sul suo profilo Facebook un video del crollo che ha scosso il centro storico di Cosenza lo scorso 29 maggio. Sono immagini …

Pubblicato il: 09/06/2015 – 16:31

COSENZA Il parlamentare del Movimento 5 Stelle Nicola Morra ha pubblicato sul suo profilo Facebook un video del crollo che ha scosso il centro storico di Cosenza lo scorso 29 maggio. Sono immagini impressionanti, riprese da una telecamera di sicurezza. Ve le proponiamo assieme all’intervento del senatore grillino: «Il secondo centro storico per grandezza in tutto il meridione – dice Morra – è abbandonato a se stesso da troppo tempo ormai: cinquemila e rotti abitanti sono in pericolo a causa dei crolli continui e dell’incuria, del degrado, e decine e decine di migliaia di potenziali turisti sono persi a causa dell’incapacità delle istituzioni». Per il parlamentare, la città vecchia di Cosenza «è la metafora di un Sud che letteralmente “cade a pezzi”, perde i suoi valori artistici e umani, i suoi giovani talenti che fuggono all’estero. A cinque anni dalla tesi emigra il 39% dei neolaureati dal sud Italia. Eppure i laureati sono sempre più rari: in dieci anni i nostri atenei segnano 45 mila iscritti in meno. Sintomo della mancanza di fiducia nelle opportunità offerte dalla nostra terra». Gli attivisti del Movimento, spiega Morra riferendosi alle condizioni del centro storico, «hanno sollecitato tutte le istituzioni, trovando solo porte chiuse. Ma si sa, quella politica che è abituata a pensare i cittadini che denunciano illegalità ed immoralità e che avanzano proposte semplicemente come dei “rompicoxxxoni”, non sopporta altro che sollecitazioni corruttive, mediazioni concussive, suggerimenti privatistici. È arrivato il momento di prendere seri provvedimenti. Tutto questo non può più essere. Porteremo la questione a livello nazionale – conclude –, vogliamo riprenderci la nostra dignità, la nostra storia, cultura e bellezza. Vogliamo ridare il centro storico di Cosenza ai suoi cittadini».