Ultimo aggiornamento alle 8:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

L'agroalimentare è il settore più redditizio per le ecomafie

ROMA «Il settore più redditizio per le organizzazioni criminali è stato quello agroalimentare», per un giro d’affari di 4,3 miliardi (l’anno prima era sui 500 milioni). È quanto emerge dal rapporto…

Pubblicato il: 30/06/2015 – 10:49
L'agroalimentare è il settore più redditizio per le ecomafie

ROMA «Il settore più redditizio per le organizzazioni criminali è stato quello agroalimentare», per un giro d’affari di 4,3 miliardi (l’anno prima era sui 500 milioni). È quanto emerge dal rapporto Ecomafia 2015 – realizzato grazie al contributo delle forze dell’ordine, tra cui Carabinieri, Forestale, Guardia di finanza, Polizia di Stato, Capitanerie di porto, Agenzia delle dogane e dei monopoli, Polizie provinciali, Direzione Investigativa Antimafia, Direzione nazionale antimafia – che mette in evidenza il calo dei reati in Campania (meno 21%) e un aumento degli illeciti in Puglia (15,4% dei reati accertati, pari a 4.499, 4.159 denunce e 5 arresti).
Le inchieste sul traffico organizzato di rifiuti arrivano a 35 nel 2014 (285 dal 2002); in generale le infrazioni nei rifiuti superano le 7mila, quasi 20 al giorno. Aumentano anche gli illeciti nel ciclo del cemento: 5.750 reati realizzati soprattutto in Campania e poi in Calabria, Puglia e Lazio. Cala il numero di incendi ma aumenta la superficie boschiva finita in fumo (dai 4,7 mila ettari del 2013 ai 22,4 del 2014). Nel 2014 sono stati 852 i furti d’opere d’arte accertati dalle forze dell’ordine. Legambiente traccia anche un identikit dei professionisti dell’ecomafia: si va dal trafficante dei rifiuti ai trasportatori e agli industriali fino agli intermediari con le istituzioni o ad alcune figure chiave tipo «il politico locale» e «il funzionario pubblico».
«Vogliamo ribadire che la buona politica e un sistema di controlli efficace – conclude il presidente di Legambiente, Vittorio Cogliati Dezza – sono il miglior antidoto per debellare le ecomafie, ecco perché auspichiamo che nei prossimi mesi sia varata la legge di riforma del sistema delle agenzie ambientali, ancora ferma in Parlamento, e si metta mano alla Legge Obiettivo e alla nuova regolamentazione degli appalti».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x