Ultimo aggiornamento alle 23:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Marrelli Hospital, Stasi: Urbani si è rimangiata la parola

CROTONE «Appare quanto mai anomalo che il dottor Urbani, nel rispetto della legalità, intenda oggi revocare dei decreti di autorizzazione che portano la sua firma, sostenendo di essere stato indott…

Pubblicato il: 21/07/2015 – 17:32
Marrelli Hospital, Stasi: Urbani si è rimangiata la parola

CROTONE «Appare quanto mai anomalo che il dottor Urbani, nel rispetto della legalità, intenda oggi revocare dei decreti di autorizzazione che portano la sua firma, sostenendo di essere stato indotto in errore dai dirigenti regionali». È quanto sostiene, in una nota, l’ex governatore facente funzione della Calabria Antonella Stasi a proposito della revoca dell’autorizzazione al Marrelli Hospital. Stasi assieme al marito Massimo Marrelli, titolare della struttura e una delegazione di lavoratori si è recata oggi a Catanzaro per incontrare i commissari per il piano di rientro sanitario Urbani e Scura. «Mi risulta – ha aggiunto l’ex governatore – che, in prima persona, e con molta accuratezza, egli ha sempre guardato e analizzato ogni atto prima di essere firmato; e su quelli su cui non era convinto, lo stesso Urbani li rinviava indietro agli uffici preposti. Piuttosto, forse, oggi esiste uno scenario politico diverso: la lettura delle leggi e delle norme deve essere indirizzata ad altri scopi? Ad altri fini?». Secondo Stasi, «l’auspicio è che la verità venga presto a galla e se, suggeritori politici calabresi hanno avuto qualche minima influenza sulla sua “nuova” interpretazione della normativa rispetto ai decreti dallo stesso Urbani firmati, allora i Ministeri che sono deputati al controllo e alla verifica degli atti dovranno fare subito chiarezza». «La Calabria – ha concluso l’ex governatore facente funzione – non ha bisogno di soggetti che puntano il dito su tutto e su tutti, accusando i calabresi di essere collusi sempre e comunque! L’approccio è chiaro: lo abbiamo letto sui giornali e sulla stampa calabrese. Peraltro, non riguarda solo la vicenda Marrelli Hospital».
E intanto i lavoratori della struttura sanitaria annunciano battaglia. «Giovedì 23 prossimo – si legge nella nota dei dipendenti del Marrelli – saremo a Roma, sotto gli Uffici del Tavolo di Verifica (ex Massicci) per protestare ed evidenziare la plateale disparità di trattamento che i Commissari vogliono riservare al Marrelli Hospital, rimarcheremo la grave violazione del principio di uguaglianza. E non crediamo, così come affermato durante la riunione con Scura e Urbani, che i dirigenti del Dipartimento Salute sono incompetenti o addirittura collusi con chicchessia».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x