Ultimo aggiornamento alle 7:00
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La Regione aderisce ad Avviso Pubblico

GIOIOSA JONICA Avviso pubblico ha un nuovo socio calabrese. Riunito a Gioiosa in occasione della prima Marcia nazionale degli amministratori sotto tiro, l’ufficio di presidenza di Avviso Pubblico h…

Pubblicato il: 25/06/2016 – 8:18
La Regione aderisce ad Avviso Pubblico

GIOIOSA JONICA Avviso pubblico ha un nuovo socio calabrese. Riunito a Gioiosa in occasione della prima Marcia nazionale degli amministratori sotto tiro, l’ufficio di presidenza di Avviso Pubblico ha accolto la richiesta di iscrizione all’associazione che era stata deliberata pochi giorni fa dalla giunta regionale su proposta del vicepresidente Antonio Viscomi e che già era stata preannunciata, in campagna elettorale, dal presidente Mario Oliverio. Avviso pubblico è un’associazione di Regioni e di enti locali per la formazione civile contro le mafie. Nata nel 1996, conta oggi più di 300 soci, tra cui 18 enti locali calabresi, ai quali ora si affianca anche la Regione Calabria insieme alle altre regioni già da tempo associate: Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana, Veneto e Consiglio regionale dell’Umbria. L’associazione opera al fine di collegare e organizzare gli amministratori pubblici che concretamente si impegnano a promuovere la cultura della legalità democratica nella politica , nella pubblica amministrazione e sui territori da essi governato. Nel 2014, la Commissione europea ha segnalato Avviso Pubblico come best practice in materia di lotta alla corruzione.
Per la Regione non si tratta di un semplice impegno formale. In concreto l’adesione ad Avviso Pubblico impegna l’amministrazione a rispettare la “Carta di Avviso Pubblico-Codice etico per la buona politica”, che in ventitré articoli indica concretamente come un buon amministratore può declinare nella quotidianità i principi di trasparenza, imparzialità, disciplina ed onore previsti dagli articoli 54 e 87 della Costituzione. Pertanto, con l’iscrizione ad Avviso Pubblico la Regione Calabria assume come obiettivo prioritario il contrasto alla corruzione e al malaffare e accetta di sottoporsi a un controllo terzo, pubblico e sociale, sui propri comportamenti. Lo scopo di Avviso Pubblico è quello di assumere la trasparenza come paradigma della buona amministrazione o, se si preferisce, come antidoto alla mala-amministrazione. Il referente dell’Amministrazione regionale nei rapporti con Avviso Pubblico è il vicepresidente Viscomi al quale, secondo rumors interni, si deve la decisa volontà di portare a casa il risultato odierno. Viscomi, in effetti, si batte da tempo per migliorare le performance della burocrazia in termini di trasparenza. La strada è ancora lunga, ma percorrerla assieme ad Avviso Pubblico potrebbe essere un valore aggiunto.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x