Ultimo aggiornamento alle 14:57
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Taglio alle Province, va a vuoto l'assemblea di Bruno

CATANZARO Niente di fatto: mancanza del numero legale. L’assemblea dei sindaci della provincia di Catanzaro che il presidente dell’Ente intermedio Enzo Bruno aveva convocato per le 11,30 di martedì…

Pubblicato il: 19/07/2016 – 15:25
Taglio alle Province, va a vuoto l'assemblea di Bruno

CATANZARO Niente di fatto: mancanza del numero legale. L’assemblea dei sindaci della provincia di Catanzaro che il presidente dell’Ente intermedio Enzo Bruno aveva convocato per le 11,30 di martedì mattina ha visto la partecipazione di una dozzina di sindaci, in rappresentanza di un numero di cittadini abbondantemente al di sotto della soglia legale per dichiarare valida la seduta.
Eppure l’argomento era particolarmente caro al presidente Bruno – che è anche presidente dell’Upi regionale e segretario provinciale del Partito democratico -, vale a dire i tagli che le Province saranno costrette a subire in seguito all’applicazione della legge Delrio sulla riforma degli enti locali.
Per la Calabria, secondo l’allarme lanciato da Bruno, saranno oltre 50 i milioni di euro che verranno meno agli enti intermedi, sancendone di fatto il fallimento finanziario conseguente all’impossibilità di far fronte alle competenze proprie delle Province come la manutenzione degli edifici scolastici e delle strade.
Ma l’allarme lanciato da Bruno non ha trovato terreno fertile tra i sindaci del Catanzarese, nonostante la lettera che il presidente aveva inviato ai primi cittadini nei giorni scorsi per spiegare le ragioni della protesta verso il governo.
La mancata partecipazione all’assemblea, quindi, può essere letta solo come un messaggio politico forte. Una sintesi, sebbene non rappresentativa del pensiero collettivo, ma certamente esplicativa di un serpeggiante malcontento tra i sindaci, la fa Vittorio Scerbo, sindaco di Marcellinara: «È strano essere convocati per discutere del futuro della Provincia mentre chi la rappresenta sta portando avanti una campagna referendaria per sopprimere le Province. Delle due, l’una. Noi sindaci ormai da anni siamo sulle barricate per far fronte ai tagli facendo comunque fronte alle esigenze della cittadinanza. Questa storia delle Province, nata dalla legge Delrio, si sapeva dove avrebbe portato: è giusto discutere in maniera seria sui nuovi modelli perché bisogna che si delineino chiaramente quali funzioni dovranno essere gestite dai Comuni e dalla Regioni, ma soprattutto con quali fondi si dovranno gestire. Quindi, questo grido dall’allarme sui tagli alle Province è certamente condivisibile, però bisogna essere precisi su quello che si vuole fare: se si continua a dire che le Province debbano essere soppresse, poi non ci si può lamentare che vengano tagliate le risorse».
Dal canto suo, intanto, Bruno ha comunque chiesto ai sindaci presenti di discutere – informalmente – dei tagli: «Sento la necessità di informare i sindaci delle difficoltà a cui le Province andranno incontro. Stiamo quindi facendo una battaglia per cambiare il testo che dovrà essere approvato, pur essendo convinto che la legge Delrio sia da attuare: non sono per tornare indietro. Tanto che penso che la legge debba essere attuata già partendo dalla Regione che entro lo scorso 30 giugno avrebbe dovuto definire i perimetri delle Aree Vaste e applicare la legge, affidando ad esse, ai Comuni e alle Unioni di Comuni tutte le funzioni e quindi le risorse che la Delrio prescrive. I sindaci sono preoccupati, lo so perché giro il territorio», ha spiegato Bruno prima che l’assemblea iniziasse.

Alessandro Tarantino
a.tarantino@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x