Ultimo aggiornamento alle 13:10
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Zagarise, dove i controllori sono i controllati

ZAGARISE Amministratori e, contemporaneamente, dipendenti dello stesso Comune. È possibile? Non secondo il Tuel, ma è quanto succede a Zagarise, nella Sila Piccola catanzarese, dove un assessore e …

Pubblicato il: 17/09/2017 – 12:50
Zagarise, dove i controllori sono i controllati

ZAGARISE Amministratori e, contemporaneamente, dipendenti dello stesso Comune. È possibile? Non secondo il Tuel, ma è quanto succede a Zagarise, nella Sila Piccola catanzarese, dove un assessore e una consigliera di maggioranza sono stati ammessi ai tirocini lavorativi destinati ai percettori di mobilità in deroga esclusi dal beneficio diretto dell’indennità. Si tratta del vicesindaco Giuseppe Dardano e della delegata alla Cultura Francesca Tobruk, entrambi esponenti di spicco della coalizione che sostiene Domenico Gallelli, il sindaco e fedelissimo del governatore Oliverio diventato “famoso” per essere riuscito a farsi nominare responsabile amministrativo della struttura speciale dell’assessorato regionale Urbanistica, soprattutto grazie a un curriculum nel quale veniva specificata una delle sue principali competenze: mandare le mail («uso abituale del computer e di internet e della posta elettronica»).   

IL TUEL Il Testo unico degli enti locali stabilisce che una stessa persona non possa essere contemporaneamente amministratore e dipendente di uno stesso ente. Il controllore, dunque, non può essere il controllato. L’incompatibilità è evidente soprattutto nel caso di Dardano e, più in generale, del vicesindaco di un Comune che, in assenza del primo cittadino, ne riveste le funzioni.

IL BANDO L’amministrazione di Zagarise, in carica dal 2014, lo scorso febbraio ha partecipato al bando, pubblicato dal dipartimento Sviluppo economico, destinato alla politica attiva per il lavoro a favore dei percettori di mobilità in deroga. Il Comune è stato poi ammesso a un contributo di 72mila euro per l’attuazione dei progetti e, in particolare, per l’attivazione di 15 tirocini destinati ai disoccupati. È a questo punto che le procedure di controllo si inceppano. L’elenco dei partecipanti viene infatti trasmesso al Centro per l’impiego di Catanzaro e in Regione Calabria (dove Gallelli è, praticamente, di casa): il Cpi “boccia” 4 candidati, la Cittadella 3; ma né Dardano né Tobruk finiscono nell’elenco degli esclusi.

I TIROCINI Il finanziamento dei tirocini da parte della Regione prevede una indennità di 800 euro per ciascun lavoratore, una durata massima di 6 mesi (20 ore settimanali) e un contributo che, comunque, non può superare i 4.800 euro. Gli oneri assicurativi obbligatori (Inail e Rct), invece, sono a carico totale del Comune beneficiario.
Quanto alle mansioni, tocca agli enti locali individuarle in seguito alla valutazione dei vari curriculum. Qui sta l’ennesima stranezza: mentre tutti gli altri tirocinanti di Zagarise sono impegnati in attività di manutenzione o di assistenza agli anziani, pare che il vicesindaco Dardano e la consigliera Tobruk abbiano ottenuto l’autorizzazione a svolgere la loro attività all’interno degli uffici del municipio, causando un effetto straniante tra i cittadini che usufruiscono dei servizi comunali: quelli davanti a loro saranno gli amministratori o gli amministrati?

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x