Ultimo aggiornamento alle 10:02
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Spari contro un pub affollato a Gioiosa, fermati due giovani

GIOIOSA IONICA Due giovani, Carmelo De Velli, di 24 anni, e Antonio Cimino, 18enne, entrambi di Mammola, sono stati arrestati nella tarda serata di ieri dai Carabinieri a Marina di Gioiosa Jonica, …

Pubblicato il: 04/02/2018 – 10:41
Spari contro un pub affollato a Gioiosa, fermati due giovani

GIOIOSA IONICA Due giovani, Carmelo De Velli, di 24 anni, e Antonio Cimino, 18enne, entrambi di Mammola, sono stati arrestati nella tarda serata di ieri dai Carabinieri a Marina di Gioiosa Jonica, in provincia di Reggio Calabria, subito dopo avere esploso 3 colpi di pistola in direzione di una pizzeria, al cui interno vi erano circa 80 persone. E’ accaduto alle ore 22,45 quando due giovani, a bordo di una Fiat 500, hanno seminato il panico all’interno del ristorante-pizzeria “Rumble’s Pub”, esplodendo i tre colpi di pistola due dei quali hanno colpito la vetrata principale del locale, senza ferire nessuno. Gli avventori presenti nel locale hanno cercato riparo sotto i tavoli, altri si sono precipitati fuori dalla pizzeria.
Due gazzelle dei carabinieri della compagnia di Roccella Jonica che in quel momento stavano presidiando il centro urbano di Marina di Gioiosa Jonica, subito dopo aver sentito gli spari e il caos che ne è seguito, hanno notato l’autovettura che fuggiva e si sono lanciate all’inseguimento, che è terminato dopo circa un chilometro in via Giardini, dove le pattuglie dell’Arma hanno bloccato la fuga all’auto, coi due giovani a bordo.
Il passeggero, Cimino, aveva indosso una pistola clandestina con la canna ancora calda, e 18 cartucce calibro 9×21 avvolte in un fazzoletto di carta. Le immagini acquisite dal sistema di videosorveglianza della pizzeria hanno consentito di ricostruire la dinamica, accertando che l’autovettura con a bordo i due giovani è passata in via Primo Maggio e, in prossimità dell’ingresso posteriore del ristorante, il passeggero della Fiat 500, si è sporto dal finestrino esplodendo dall’autovettura in corsa i tre colpi di pistola. I due, arrestati con l’accusa di danneggiamento aggravato e porto di arma clandestina in concorso, sono stati condotti nel carcere di Locri. Sono in corso indagini per accertare il movente del danneggiamento. 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb