Ultimo aggiornamento alle 12:15
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Lamezia, sigilli all'autocarrozzeria dei “prestanome” dei Giampà

I fratelli Luigi, Luciano e Franco Trovato, avrebbero fittiziamente intestato la gestione dell’attività commerciale ad altri ma mantenendo la gestione

Pubblicato il: 16/05/2018 – 12:29
Lamezia, sigilli all'autocarrozzeria dei “prestanome” dei Giampà

LAMEZIA TERME Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di finanza di Catanzaro, un decreto di sequestro preventivo relativo ad un’attività commerciale riconducibile a pregiudicati contigui alla cosca di ‘ndrangheta “Giampà”, attiva nella piana lametina. Si tratta dell’autocarrozzeria “New All Car” di Lamezia Terme. I fratelli Luigi, Luciano e Franco Trovato, infatti, gravati da numerosi precedenti di polizia per traffico di stupefacenti, ricettazione, riciclaggio, rapina ed usura commessi in concorso ad altri esponenti della criminalità organizzata di Lamezia, hanno fittiziamente intestato la suddetta attività commerciale ad altri soggetti (emersi nel corso delle indagini dei carabinieri) continuando, di fatto, a mantenerne la disponibilità e la gestione. Gli approfondimenti patrimoniali eseguiti dalla Guardia di finanza sono stati integrati dal contenuto delle conversazioni captate nel corso delle indagini nelle quali i Trovato appaiono come i veri e propri datori di lavoro ai quali dover far capo.
Le indagini svolte dalla Guardia di finanza hanno preso le mosse dallo sviluppo di altra attività eseguita nell’ambito di accertamenti finalizzati all’aggressione patrimoniale ai sensi del D.Lgs 159/11.
All’esito delle preliminari investigazioni svolte, infatti, sul conto dei germani Franco e Luciano Trovato, il Tribunale di Catanzaro – Sezione Misure di Prevenzione, con i provvedimenti datati 31.05.2016 e 03.01.2017, disponeva il sequestro, tra l’altro, del 66% delle quote sociali della “All car Srl”, intestate rispettivamente a Annamaria Guzzo (moglie di Franco Trovato) e Luciano Trovato.
Conseguentemente, la relativa gestione veniva rimessa agli amministratori giudiziari nominati dal Tribunale; rimanevano libere dal vincolo ablativo, invece, le quote societarie di Monica Cimino (moglie dell’altro fratello Luigi Trovato) pari al 34% del capitale sociale.
Detta società, tra l’altro, già in precedenza era stata sequestrata dalle Fiamme gialle di Lamezia Terme anche sul piano penale nell’ambito dell’operazione condotta nel luglio 2013 dalla Ddadi Catanzaro nei confronti di boss e affiliati ad una potente famiglia di ‘ndrangheta lametina.
Dai successivi accertamenti economico-patrimoniali svolti dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria/Gico di Catanzaro sul conto dell’altro fratello, Luigi Trovato, ed in particolare dall’analisi della situazione societaria della moglie Monica Cimino, emergeva che la stessa, al fine di eludere le misure di prevenzione, aveva costituito una nuova società denominata New All Car Srl.
Cimino, in sostanza, non aveva fatto altro che avviare una nuova società utilizzando lo stesso complesso aziendale della All car srl. La New All car Srl, pertanto, costituiva chiaramente una derivazione, reimpiego e prosecuzione della precedente società: la stessa ditta, con gli stessi mezzi e lo stesso compendio aziendale che, presso la stessa sede di esercizio, stava continuando ad operare con una nuova denominazione, tra l’altro, molto simile alla precedente (era stato aggiunto il termine inglese New proprio per intendere “nuova”).
I predetti fratelli Franco, Luciano e Luigi Trovato, unitamente al soggetto interposto, Monica Cimino, venivano iscritti nel registro degli indagati per il reato di cui all’art. 12 quinquies L.356/92 (ora art. 512 bis c.p.) e la società con il relativo complesso aziendale veniva proposta per il sequestro.
Nello specifico il complesso dei beni sottoposti a vincolo ha un valore stimato di circa 350.000 euro.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x