Ultimo aggiornamento alle 2:04
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Vertenza tirocinanti Mibac, sit-in alla Cittadella


La protesta è sostenuta da Cgil, Cisl e Uil. Incontro interlocutorio tra lavoratori, sindacati, Regione e ministero, chiamato adesso a stipulare la convenzione per la prosecuzione dei tirocinii

Pubblicato il: 19/07/2019 – 13:09
Vertenza tirocinanti Mibac, sit-in alla Cittadella


CATANZARO Esito interlocutorio: così si è concluso l’incontro tra i sindacati Cgil, Cisl e Uil, i tecnici del Dipartimento regionale del Lavoro e la direzione regionale del ministero dei Beni culturali sulla vertenza dei tirocinanti del Mibac, che questa mattina hanno inscenato, alla Cirradella, un sit-in per chiedere la prosecuzione della loro attività di formazione e certezze sul loro futuro occupazionale. Secondo quanto hanno riferito i sindacati al termine della riunione, si attende nei prossimi giorni la definizione da parte del Ministero dei Beni culturali della convenzione che dovrebbe garantire il percorso di perfezionamento dei tirocini formativi per questa categoria di lavoratori, che in Calabria sono oltre 600. “Oggi – ha detto il segretario regionale della Nidil Cgil, Antonio Cimino – c’erano molte aspettative su questo incontro, perché dall’8 marzo attendiamo lo sblocco del percorso di perfezionamento per i tirocinanti ma purtroppo abbiamo riscontrato che il Ministero non ha alcuna bozza di convenzione. Chiediamo adesso un cambio di passo e un’assunzione di responsabilità sociale per recuperare i ritardi mostruosi accumulati su questa vicenda, altrimenti metteremo in campo ogni azione di pressione a nostra disposizione: i lavoratori non possono pagare i tempi biblici della politica e il conflitto istituzionale tra governo e Regione”. A sua volta, Carlo Barletta, segretario regionale della Felsa Cisl, ha osservato: “Il tavolo odierno è stato interlocutorio, comunque ci è stato garantito che già oggi partirà all’indirizzo del ministero dei Beni culturali la convenzione che dovrà dare una risposta definitiva e positiva per questi lavoratori, al centro di una situazione paradossale: infatti, lo stesso ministero ne riconosce l’importanza dell’attività per assicurare l’apertura dei tanti musei e siti culturali della Calabria ma poi al tempo stesso ne rallenta il percorso. Adesso – ha sostenuto Barletta – chiediamo la stipula della convenzione, annunciando per la prossima settimana una mobilitazione generale dei tirocinanti Mibac ove non arriveranno riscontri positivi”. Secondo Gianvincenzo Petrassi, segretario nazionale Uil Temp, “purtroppo il ministero sta ritardando in modo inaccettabile una soluzione per questi tirocinanti, che vengono pagati dalla Regione, con richieste assurde, come quelle di cambiare anche le virgole della bozza di convenzione, che fanno perdere solo tempo. Oggi questa riunione ha avuto esito interlocutorio, aspettiamo che il ministero non dia positive nel giro di pochi giorni, altrimenti ci mobiliteremo di conseguenza”. Dopo la conclusione della riunione tra sindacati, Regione e Mibac, i tirocinanti hanno concluso il sit-in alla Regione. (cant.a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x