Ultimo aggiornamento alle 23:08
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Metro Cosenza-Rende, il M5s: «Ritardi certificati, rimoduliamo il progetto»

Dopo l’interrogazione alla Commissione Europea da parte di Laura Ferrara, dagli uffici arriva la risposta negativa circa l’utilizzo delle risorse. «Possiamo usare questi soldi per fare altro e che …

Pubblicato il: 23/10/2019 – 19:42
Metro Cosenza-Rende, il M5s: «Ritardi certificati, rimoduliamo il progetto»

ROMA «La Regione Calabria può ancora dirottare le risorse destinate al progetto della metro Cosenza-Rende- Unical verso altre azioni ma preferisce rischiare di perdere il finanziamento». Così i portavoce del Movimento 5 stelle Laura Ferrara, Anna Laura Orrico, Alessandro Melicchio e Massimo Misiti. Una dichiarazione che si riferisce alla risposta della Commissione europea ad una interrogazione della Ferrara in cui chiedeva a quanto ammontano i pagamenti effettuati a valere sulla programmazione 2014/2020 e se vi siano potenziali rischi di futura perdita del finanziamento. Ancora riferendosi al progetto della metropolitana leggera chiedeva alla Commissione se fosse possibile la riprogrammazione delle risorse verso altre azioni conformemente a quanto dispone l’art.30 Reg.(UE) n.1303/2013 sulla modifica dei programmi. «La Commissione europea – fanno sapere i pentastellati riferendosi alla risposta ricevuta – ha confermato quanto affermiamo da diverso tempo, la riprogrammazione delle risorse verso altre azioni e progetti, conformemente a quanto dispone il Regolamento dell’Unione europea circa la modifica dei programmi, è possibile. Nella programmazione 2014-2020 il progetto della metropolitana leggera non ha ancora generato alcuna spesa certificata alla CE. Bisogna ricordare che si sta parlando di un grande progetto che prevede una dotazione finanziaria di ben 156,8 milioni. La mancata approvazione del progetto esecutivo, la questione del tracciato e i tempi di realizzazione, costituiscono un futuro rischio finanziario per il programma». I pentastellati, presi in consegna i documenti mettono in evidenza come da Bruxelles, l’idea si quella di variare il progetto. «L’eventualità del fallimento del progetto è prevista dalla stessa Commissione che scrive testualmente “come giustamente sottolineato dall’onorevole deputato, il progetto definitivo non è ancora stato approvato. Inoltre, considerando il tempo necessario per la realizzazione di progetti infrastrutturali, è estremamente difficile che la costruzione dell’intera linea metropolitana possa concludersi entro la chiusura del periodo di programmazione 2014-2020. La richiesta di valutare la situazione e preparare piani alternativi è arrivata direttamente dalla Commissione ma Regione e Comuni di Cosenza e Rende non hanno tenuto conto di tali solleciti continuando ad accumulare ritardi e concretizzare sempre di più il rischio di perdita del finanziamento».
https://www.facebook.com/AnnaLauraOrricoM5S/videos/2386515354932057/?__tn__=%2Cd%2CP-R&eid=ARAJkygcLdaPER7pDe0GmlE6diRI8kBk1grXl8cXkR90VZuwrjJ0newUw5oOQOGcpnMhIZ7BZRSPPbBK
 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x