Ultimo aggiornamento alle 19:00
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Coronavirus, solo 8 insegnanti su 100 hanno effettuato il test. Corsa contro il tempo per la scuola

Percentuali bassissime per i sierologici in provincia di Cosenza (solo lo 0,6%). Va meglio a Catanzaro, ma i numeri spingono la Regione ad aumentare il coinvolgimento delle Asp nel processo in caso…

Pubblicato il: 07/09/2020 – 11:32
Coronavirus, solo 8 insegnanti su 100 hanno effettuato il test. Corsa contro il tempo per la scuola

CATANZARO I numeri restituiscono l’idea dei ritardi negli screening degli insegnanti e consegnano alla Calabria l’ennesima corsa contro il tempo. Servirà un grosso sforzo per presentarsi alla partenza dell’anno scolastico in linea con le aspettative del ministero, perché fino al 3 settembre scorso soltanto 8 insegnanti su 100 sono stati sottoposti al test sierologico consigliato prima del rientro in aula previsto per il prossimo 24 settembre. La distribuzione delle percentuali nelle province – fornite dalle Asp – racconta di un “impegno” distribuito in maniera piuttosto varia sul territorio: nel Cosentino è stato “testato” soltanto lo 0,6% del personale (94 su 15.267), a Crotone il 5,5%, a Catanzaro (dato più alto della regione) il 31,8%, a Vibo Valentia il 9%, a Reggio Calabria il 3,6%. Cifre complessive: sono 3.417 i dipendenti della scuola pubblica sottoposti al sierologico su 41.954. Tra i test, 3.376 sono stati eseguiti dai medici di medicina generale e 41 dalle Aziende sanitarie.
L’INTERVENTO DELLE ASP Antonio Belcastro, delegato del soggetto attuatore per l’emergenza Covid, con una circolare inviata alle Asp, al dipartimento regionale Tutela della Salute, al dipartimento Istruzione e Attività culturali e all’Ufficio scolastico regionale, segnala la necessita di intervento da parte delle Aziende sanitarie provinciali «nei casi in cui il Medico di medicina generale (Mmg) abbia manifestato impossibilità o indisponibilità a eseguire in proprio lo screening». Questo genere di defezioni rappresenta uno degli inciampi nella procedura. E, come dimostrano i numeri, sarebbe concentrata nel «territorio, mentre in altre l’adesione – anche tenendo conto dell’avvenuto ritiro dei kit e dei dispositivi di protezione individuale – risulterebbe più elevata».
La decisione di sottoporsi ai test è volontaria, ma la Regione lavora per mettere gli insegnanti che lo ritengano necessario nelle condizioni di effettuare gli esami «in tempi rapidi» in modo da «giungere alla data di inizio dell’anno scolastico 2020/2021 avendo un quadro epidemiologico ottimale per il rientro in classe in condizioni di sicurezza».
LE AZIONI MESSE IN CAMPO DALLA REGIONE La Presidenza della Regione si è mossa per fornire, «attraverso il Servizio sanitario regionale, un ulteriore supporto all’Ufficio scolastico regionale, per sopperire alle situazioni di indisponibilità dei Mmg che si verificassero nelle diverse province». E ha messo in moto una serie di azioni per far crescere i numeri finora deficitari dei test. Nella settimana in corso (dal 7 al 12 settembre), infatti, le Asp garantiranno l’esecuzione dei test al personale della scuola il cui medico di medicina generale non abbia effettuato la chiamata. Il sierologico sarà effettuato anche per i casi in cui i “medici di famiglia” abbiano manifestato «l’indisponibilità ad eseguire il test al proprio assistito». Le stesse Asp «forniranno i riferimenti univoci degli ambulatori distrettuali presso i quali il personale scolastico può eseguire il test nelle fasce orarie indicate, che saranno trasmessi all’Usr per le comunicazioni agli interessati». Per rendere più rapido il processo, «il personale scolastico che si sottoporrà al test deve sottoscrivere l’autocertificazione ed il consenso informato, secondo il fac simile allegato alla presente». Il resto delle azioni ha essenzialmente un contenuto tecnico: le Asp inseriranno i dati dei test nel sistema Tessera sanitaria e le stesse aziende dovranno acquisire gli esiti dei test eseguiti dai medici di medicina generale, mente la gestione degli eventuali positivi avverrà secondo quanto fissato nelle disposizioni nazionali e regionali. (ppp)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb