Ultimo aggiornamento alle 21:57
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Bici, e-bike e monopattini. In Calabria la "mobilità dolce" è un successo

Il mezzo preferito dai calabresi sembra essere la bicicletta a pedalata assistita. Ma non mancano le criticità, a cominciare dal tema della sicurezza

Pubblicato il: 08/10/2020 – 13:43
Bici, e-bike e monopattini. In Calabria la "mobilità dolce" è un successo

CATANZARO La cosiddetta “mobilità dolce” ovvero quella che riguarda l’uso di bici, e-bike e monopattini, è già un successo da tempo ma piace, e sempre di più, anche in Calabria e ai cittadini calabresi.
A certificarlo è una ricerca sulla nuova mobilità dell’Osservatorio Sara Assicurazioni, la compagnia assicuratrice ufficiale dell’Aci. Secondo i dati, guardando al prossimo futuro, quasi un calabrese su due – il 48% – pensa a un uso il più possibile ibrido con l’auto, alternando i due mezzi a seconda delle necessità e occasioni.
LO STUDIO L’aspetto più apprezzato e a rendere “speciali” questi nuovi mezzi – come riportano i risultati della ricerca – è la sostenibilità (53%), segno di una crescente consapevolezza che spinge anche i calabresi a puntare a ridurre l’impatto ambientale negli spostamenti. Sostenibilità che viene prima delle chance di risparmio (29%), a cominciare dai tagli sui costi del carburante, e persino della comodità e praticità di utilizzo (13%). Tra i vantaggi green, a essere apprezzato è il taglio dei consumi (68%), insieme al miglioramento del contesto urbano con la riduzione del traffico (35%) e dell’inquinamento acustico (23%). Ma sono in molti, quasi uno su cinque (16%), a indicare tra i vantaggi anche la possibilità di condurre stili di vita sostenibili e di fare attività fisica.
I GUSTI DEI CALABRESI Il mezzo preferito dai calabresi, secondo la ricerca, sembra essere la bicicletta a pedalata assistita (55%), davanti ai monopattini elettrici (9%). Non mancano le criticità, a cominciare dal tema della sicurezza: a destare preoccupazione sono soprattutto i comportamenti pericolosi come circolare fuori dai percorsi dedicati, e in particolare sui marciapiedi, o trasportare passeggeri (45%), le distrazioni (29%) e il mancato uso di elementi come casco e luci (23%). Tra i rischi più temuti, gli infortuni (80%) e i danni arrecati agli altri utenti della strada e a beni come le auto parcheggiate (71%). Per questo motivo, più di un calabrese su due (61%) ritiene che occorrerebbe maggiore educazione stradale per stimolare comportamenti più responsabili. Molto utili sono anche ritenute le polizze assicurative (44%) che possono offrire coperture per responsabilità civile, danni di vario tipo, assistenza, e tutele anche per lo sharing.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x