mercoledì, 03 Marzo
Ultimo aggiornamento alle 7:10
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Aiac, Catanzaro e Vibo prendono le distanze dal Regionale

I due gruppi provinciali dell’associazione allenatori sul piede di guerra: «Abbiamo più volte manifestato ad Ulivieri il malessere nostro e dei colleghi. Non ci sentiamo rappresentati»

Pubblicato il: 15/12/2020 – 10:08
Aiac, Catanzaro e Vibo prendono le distanze dal Regionale

CATANZARO «A seguito dell’ultimo Direttivo Regionale il Presidente Provinciale uscente di Catanzaro Alessandro Vinci, l’intero Gruppo Provinciale uscente Aiac di Vibo Valentia, il Delegato Regionale per il Calcio a 5 Dario Maccarrone, il Delegato Regionale Dilettanti Michele Corona e tutti i componenti del Direttivo hanno deciso di prendere le distanze dal Gruppo Regionale rappresentato dal Presidente Raffaele Pilato in vista dell’Assemblea Nazionale del 15 dicembre e delle imminenti elezioni provinciali, regionali e nazionali che vedranno gli Allenatori calabresi associati recarsi al voto il 4 gennaio prossimo per il rinnovo delle cariche Aiac». E’ quanto si legge in una nota a firma del presidente dell’Aiac di Catanzaro, Alessandro Vinci e che sancisce la definitiva frattura all’interno dell’associazione degli allenatori calabresi.
«Abbiamo più volte manifestato negli ultimi anni al Presidente Nazionale Renzo Ulivieri e al Presidente Regionale Pilato – continua Vinci nella nota – il malessere manifestato da molti Colleghi calabresi che non si sentono rappresentati e coinvolti nelle dinamiche di un’Associazione Regionale diventata sempre più interessata, personalistica e verticistica nelle scelte adottate e negli obiettivi prefissati e, soprattutto, lontana dalle esigenze della base».
Un’inevitabile frattura che Vinci ritiene naturale conseguenza della scarsa attenzione, a suo dire, ricevuta da parte del presidente regionale Pilato. «Abbiamo più volte richiesto al Gruppo Regionale, prevedendo cosa sarebbe successo, maggiore attenzione rispetto a queste problematiche e proposto dei correttivi alla strategia politica adottata di cui molte volte non capivamo la logica ma conoscevamo, purtroppo, il vero fine interessato. Naturalmente non siamo stati ascoltati e il risultato è quello ora di un isolamento politico nazionale e di un’Associazione che ha perso il feeling iniziale con la base regionale».
Da qui la volontà di partecipare alle prossime elezioni con una coalizione opposta a quella che sosterrà invece l’attuale ed uscente presidente Raffaele Pilato. Un gruppo coeso che sarà guidato con ogni probabilità proprio da Alessandro Vinci. «Ci presenteremo, nonostante il poco tempo a disposizione per organizzarci, alle competizioni elettorali provinciali, regionali e nazionali con nostri candidati senza ansia da prestazione ma nell’interesse comune di dar voce all’altra e nuova AIAC Calabrese».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb