Ultimo aggiornamento alle 22:35
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Manovra, ok a un anno di proroga ai contratti per gli Lsu calabresi

Un emendamento alla legge di bilancio è stato approvato in commissione Bilancio alla Camera. Pietropaolo: «Risultato ottenuto grazie al lavoro dell’assessore regionale Orsomarso e dei parlamentari …

Pubblicato il: 20/12/2020 – 16:20
Manovra, ok a un anno di proroga ai contratti per gli Lsu calabresi

ROMA Via libera alla proroga, fino al 31 dicembre 2021, dei contratti a tempo per i lavoratori socialmente utili in Calabria. Lo prevede un emendamento alla manovra approvato in commissione Bilancio alla Camera.
LA SODDISFAZIONE DI FDI Il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale Filippo Pietropaolo ha espresso soddisfazione per l’approvazione, in Commissione Bilancio alla Camera, dell’emendamento alla manovra che dà il via libera alla proroga dei contratti a tempo per i lavoratori socialmente utili in Calabria fino al 31 dicembre 2021. «La proroga dei contratti è un ottimo risultato – spiega Pietropaolo – ottenuto grazie al proficuo lavoro svolto dall’assessore regionale Fausto Orsomarso e dai parlamentari calabresi di maggioranza e di opposizione, da Wanda Ferro a Enza Bruno Bossio, Antonio Viscomi e Riccardo Tucci. L’approvazione dell’emendamento consente di dare serenità a tante famiglie calabresi, ma è necessario aprire già a gennaio un tavolo, con il coinvolgimento dei ministeri interessati, per risolvere le incongruenze normative che ostacolano le procedure per la definitiva stabilizzazione».
AUDDINO E TUCCI (M5S): «PAROLA FINE A BRUTTA STORIA DI PRECARIATO» «La Commissione Bilancio della Camera ha appena approvato il nostro emendamento a prima firma Tucci che inserisce nella nuova manovra finanziaria ulteriori tutele per i lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità. La norma approvata semplifica per il 2021 le procedure selettive per l’assunzione dei lavoratori da inquadrare nei profili professionali delle aree o categorie per i quali non è richiesto il titolo di studio superiore a quello della scuola dell’obbligo. Dopo due anni di intenso lavoro fra Camera e Senato, in queste ultime ore si sta concretizzando l’obiettivo che ci eravamo prefissati ad inizio legislatura. Il risultato ottenuto è frutto del lavoro sinergico svolto insieme, con l’ausilio dei Ministeri del Lavoro e della Funzione Pubblica, del Mef e grazie al fondamentale apporto del Vice Ministro Castelli, del Ministro Catalfo e della Ministra Dadone. Con tutti loro abbiamo lavorato coordinandoci giorno e notte. Una vittoria targata Movimento 5 Stelle. Con questo nostro ennesimo provvedimento, il quinto emendamento in due anni di legislatura, si dovrà mettere la parola fine ad una brutta storia di precariato che va avanti da più di vent’anni. Per troppo tempo questi lavoratori sono stati strumentalizzati dalla politica facendo leva sulla precarietà dei loro contratti, rinnovati di anno in anno. Ora questa storia è finita. Con la stabilizzazione si darà loro la dignità che spetta ad ogni lavoratore, emancipandoli dal bisogno di un’occupazione stabile». Lo affermano, in una nota, i due portavoce calabresi del MoVimento 5 Stelle, Riccardo Tucci e Giuseppe Fabio Auddino.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x