Ultimo aggiornamento alle 14:05
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

20.20 | «Ogni anno interventi cardiologici fuori regione per 12 milioni di euro»

Maselli, direttore della cardiochirurgia del Sant’Anna, ospite del nostro talk in onda alle 21 su L’Altro Corriere Tv. Lo crisi della struttura sanitaria, il suo peso sul settore cardiochirurgiche …

Pubblicato il: 07/01/2021 – 15:30
20.20 | «Ogni anno interventi cardiologici fuori regione per 12 milioni di euro»

LAMEZIA TERME Primo appuntamento del nuovo anno di “20.20”, l’approfondimento televisivo del Corriere della Calabria, in onda questa sera alle 21 su L’altro Corriere tv alle 21.
Questa sera in primo piano la vicenda del Sant’Anna Hospital.
Ospite di Danilo Monteleone e Ugo Floro sarà Daniele Maselli, direttore della cardiochirurgia della clinica catanzarese.
Nonostante la situazione critica del centro sanitario d’eccellenza, che attualmente è chiuso per il mancato rinnovo della convenzione con l’Asp della provincia di Catanzaro, Maselli auspica segnali istituzionali che possano contribuire a salvare una realtà ospedaliera nota per le sue prestazioni altamente avanzate nel campo della cura delle patologie cardiovascolari.
«Insieme ai circa trecento dipendenti – afferma il medico – esiste un indotto economico rilevante che si ha il dovere di salvaguardare».
Sulla vicenda giudiziaria che ha interessato recentemente il Sant’Anna, Maselli ritiene che sia solo uno degli elementi che ha portato alla situazione attuale: «Tuttavia confido e ho fiducia nelle istituzioni e nella struttura commissariale dell’Asp di Catanzaro, che dispone di tutti gli elementi per assumere decisioni che siano giuste e ragionevoli».
Per il direttore della chirurgia della struttura catanzarese, il numero degli interventi cardiologici da eseguire in Calabria garantisce abbondantemente il ruolo di tre strutture: «Il Sant’Anna assicurava circa mille interventi all’anno, Germaneto e Reggio Calabria circa 500. A questi dati va poi associato quello della migrazione sanitaria, ci sono 5/600 pazienti calabresi che ogni anno raggiungono ospedali fuori regione per interventi cardiologici con un costo di circa 12 milioni di euro. Senza considerare che in Calabria, allo stato, non esiste ancora una rete di emergenza urgenza cardiologica».
La lettura dei dati e della situazione attuale impone a tutti i protagonisti della vicenda , secondo Maselli, prudenza: «Il tema non è quello di individuare responsabilità, ma di relazionarsi e risolvere il problema».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb

x

x