Ultimo aggiornamento alle 16:22
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

Corigliano Rossano, un topo nel distributore automatico dell'ospedale "Compagna" – VIDEO

Il roditore se ne va in giro fra merendine, snack, bibite. L’ospedale affaccia sulle campagne e il portone d’ingresso è sempre aperto. Il sindaco Stasi diffida l’Asp e la direzione sanitaria

Pubblicato il: 16/01/2021 – 11:55
Corigliano Rossano, un topo nel distributore automatico dell'ospedale "Compagna" – VIDEO

CORIGLIANO ROSSANO Non è la prima volta e probabilmente non sarà l’ultima. Un topo – come è ben visibile nel video che abbiamo pubblicato – indisturbato, se ne va in giro all’interno di uno dei distributori automatici posti all’ingresso dell’ospedale “Compagna” di Corigliano Rossano.


Immagini che certamente inquietano e fanno anche un certo ribrezzo, ma che possono avere una parziale giustificazione nel fatto che su tre lati il “Compagna” affaccia sulle campagne e la porta d’ingresso principale è spesso spalancata.
Il topo, lo si vede prima arrampicarsi nel distributore – non è escluso possa essere entrato dalla bocchetta dalla quale si ritirano i prodotti – scorrazzare fra le bibite, gli snack, merendine e gomme da masticare, ripreso da un ignaro passante che riferisce a voce luogo, ora e data, il 15 gennaio 2021.
Sulle condizioni igienico-sanitarie di ospedali frequentati da pazienti, visitatori, madri prossime a partorire, qualcuno dovrà pure porsi delle domande e fornire risposte, possibilmente immediate.
Storie di ordinaria e preoccupante quotidianità.
IL SINDACO DI CORIGLIANO ROSSANO DIFFIDA L’ASP E LA DIREZIONE SANITARIA «Ormai sono troppe le segnalazioni di cittadini rispetto ai disagi causati da incuria nello Spoke Corigliano-Rossano. Entrambi gli stabilimenti ospedalieri, oltre alle questioni strettamente sanitarie, su cui intendo investire direttamente il nuovo Commissario dell’Asp, Vincenzo Carlo La Regina, presentano da tempo problemi agli impianti e mancata manutenzione, dagli ascensori alle infiltrazioni, fino al ritrovamento di topi ed altri animali. Situazioni che non possiamo più tollerare». Lo afferma il sindaco di Corigliano Rossano, Flavio Stasi, in una nota.
«Come Amministrazione Comunale, nonostante si tratti di competenze della governance sanitaria, abbiamo sottolineato, più volte, direttamente all’ex Commissario Asp Simonetta Bettelini non soltanto la situazione di grave degrado in cui versano gli ospedali “Giannettasio” e “Compagna”, ma persino la disponibilità ad intervenire direttamente noi, se necessario, per consentire il miglioramento degli ambienti per i nostri concittadini. Per questa ragione non possiamo più consentire che si resti inermi rispetto a tali disagi. Seppur restando nello spirito di massima collaborazione istituzionale, abbiamo diffidato tanto l’Azienda Sanitaria quanto la Direzione Sanitaria dello Spoke a prendere improrogabilmente provvedimenti rispetto allo stato dei plessi ospedalieri, e ci aspettiamo interventi immediati affinché certi episodi, che bene fanno i cittadini a denunciare, non accadano più».
«Inoltre – avanza il primo cittadino – continuano i disagi causati dalla assenza di percorsi Covid dedicati nei Pronto Soccorso non solo di Corigliano Rossano ma di tutta la Provincia. Questa situazione, aggravata da una emergenza epidemiologica che non si allenta, crea situazioni inaccettabili presso i Pronto Soccorso che il personale, sempre in emergenza, non riesce e non può fronteggiare. La conferenza dei Sindaci ha effettuato una azione costante con l’ex Commissario Bettelini per approvare finalmente il piano del fabbisogno del personale dell’Azienda. Ora tocca al neocommissario Vincenzo Carlo La Regina, al quale ho già chiesto un incontro, il dovere di procedere immediatamente ad espletare i concorsi per medici ed infermieri necessari per dare respiro a tutti gli ospedali della Provincia. È necessario che il Commissario ad Acta provveda a far realizzare d’urgenza i lavori per la messa in sicurezza dei Pronto Soccorso degli Spoke, realizzando i percorsi dedicati senza i quali mettiamo in grandissima difficoltà le strutture ospedaliere. Ai miei concittadini ricordo che presso il nostro Spoke è stato realizzato il percorso dedicato ed esclusivo per l’accesso al reparto Covid da me richiesto insieme alla tac ed al laboratorio tamponi (l’unico realizzato in uno Spoke), mentre non sono stati realizzati i percorsi dei Pronto Soccorso previsti nel famoso Piano Covid regionale. In quel piano, per altro, avevamo fatto prevedere finalmente l’attivazione della nuova ala del Pronto Soccorso del Compagna, realizzata e mai utilizzata per la necessità di alcuni adeguamenti».
Stasi, infine, fa sapere che per quanto riguarda il piano vaccinazioni cittadino, a cura del Dipartimento Prevenzione dell’Azienda Sanitaria, «l’Amministrazione Comunale ha messo a disposizione i locali del centro d’eccellenza ed ogni eventuale ulteriore supporto necessario per consentire ai nostri concittadini di essere vaccinati in totale comodità. Contestualmente sta continuando lo screening del personale scolastico deciso dall’Amministrazione comunale col fine di mitigare i rischi di contagio nel momento in cui ci saranno le condizioni per far ripartire le scuole in presenza. A tal proposito nella giornata di oggi si farà il punto della situazione, informando la comunità rispetto alla situazione del contagio in città». (lu.la.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb