Ultimo aggiornamento alle 21:54
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la decisione

Calabria, sospese le attività scolastiche e universitarie. Spirlì firma l’ordinanza

Stop alle attività in presenza dall’8 al 21 marzo 2021. Si ricorre alla Dad. «Le Asp procederanno con la vaccinazione del personale scolastico»

Pubblicato il: 05/03/2021 – 20:48
Calabria, sospese le attività scolastiche e universitarie. Spirlì firma l’ordinanza

CATANZARO Adesso è ufficiale. Il presidente della Regione, Nino Spirlì, ha firmato l’ordinanza con la quale dispone, dall’8 marzo al 21 marzo 2021, la sospensione, in presenza, delle attività scolastiche e didattiche delle scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado, nonché delle Scuole di istruzione e formazione professionale, che pertanto continuano a svolgersi esclusivamente con modalità a distanza. Resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro dell’istruzione n. 89 del 7 agosto 2020, e dall’ordinanza del Ministro dell’istruzione n. 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata. Resta fatta salva altresì l’attività didattica ed educativa per i servizi educativi per l’infanzia e per la scuola dell’infanzia, che può continuare a svolgersi integralmente in presenza. E’ disposta la sospensione, in presenza, delle attività formative e curriculari delle Università.

Il controllo dei contagi

Nell’ordinanza firmata dal presidente facente funzioni, viene chiesto alle Aziende Sanitarie Provinciali di procedere tempestivamente ad organizzare la vaccinazione del
personale scolastico dell’intero territorio regionale. Si dispone che i Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende Sanitarie Provinciali, monitorino costantemente
l’andamento epidemiologico dei rispettivi territori, segnalando con immediatezza l’aumento dei nuovi casi e i link epidemiologici inerenti le varianti, affinché si possa procedere all’adozione delle ulteriori misure contingibili e urgenti consequenziali. Si dispone che i laboratori pubblici specificamente designati per il sequenziamento ai fini
dell’individuazione delle varianti, rafforzino la propria capacità diagnostica, ai fini del quotidiano monitoraggio e dei flussi informativi attivati a livello ministeriale.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb