Ultimo aggiornamento alle 7:42
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

operazione katarion

Cosenza, colpo al clan Muto. I carabinieri eseguono 33 misure cautelari – NOMI

Il blitz dei militari del Comando Provinciale di Cosenza. Diversi i reati contestati ai presunti affiliati alla consorteria mafiosa di Cetraro

Pubblicato il: 10/03/2021 – 6:40
Cosenza, colpo al clan Muto. I carabinieri eseguono 33 misure cautelari – NOMI

COSENZA Nella prime ore della mattinata odierna, i militari del Comando Provinciale Carabinieri di Cosenza hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Catanzaro, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 33 soggetti, indagati, a vario titolo, dei reati di “associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti; produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti; estorsione, tentata e consumata, aggravata dal ricorso al metodo mafioso; detenzione illegale di armi da fuoco”, nell’ambito delle investigazioni relative ad un’organizzazione criminale operante sotto l’egida della storica consorteria mafiosa “Muto” di Cetraro. I dettagli dell’operazione verranno comunicati nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle 11, al Comando Provinciale Carabinieri Cosenza, alla presenza del Procuratore Capo Nicola Gratteri, del Procuratore Aggiunto Vincenzo Capomolla e dei vertici del Comando Provinciale Carabinieri di Cosenza. Di seguito tutte le misure cautelari disposte dall’ufficio Gip.

In carcere:
Giuseppe Antonuccio, 1992, detto “Garibaldi”, residente a Cetraro; 
Mario Cianni, 1965, Cetraro;
Poldino Cianni, 1984, Cetraro;
Flavio Graziosi, 1997, Cetraro;
Fabrizio Iannelli, 1977, Cetraro;
Giuseppe Mandaliti, 1982, Diamante;
Pasquale Napoli, 1964, Scalea;
Maurizio Tommaselli, 1957, Guardia Piemontese;
Luigi Tundis, 1975, di Cetraro;
Gianluca Antonio Vitale, 1978, Siderno.

Ai domiciliari:
Ciriaco Casella, 1989, Buonvicino; 
Giovanni Franco, 1958, Santa Maria del Cedro; 
Michele Iannelli, 1975, Cetraro;
Alfonso Scaglione, 1968, Belvedere Marittimo; 
Franco Scorza, 1968, Cetraro;
Anna Maria Sollazzo, 1962, Scalea;
Alessio Carmine Tundis, detto “Carrello”, 1987, Cetraro; Concettina Zicca, detta “Jonatha”, 1976, Cetraro.

Obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria: 
Salvatore Addino, di Buonvicino, Giovanni Aita, di Diamante, Salvatore Amoroso, di Buonvicino; Carmine Antonuccio, di Cetraro; Annaelisa Esposito, di Buonvicno; Roberta Greco, di Santa Maria del Cedro; Stefano Greco, di Buonvicino; Luca Impieri, di Belvedere Marittimo; Rossella Lombardi, di Buonvicino; Salvatore Orto, di Buonvicino; Stefania Ricca, di Buonvicino; Loris Ricco, di Cetraro; Marcello Ricco, di Cetraro; Giuseppe Spanò, di Cetraro; Andrea Valente, di Buonvicino.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb