Ultimo aggiornamento alle 14:53
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Caos sanità

Pronto soccorso, al collasso Corigliano ma “riapre” Rossano

Infermieri sul piede di guerra al “Compagna”. Nel weekend riaprirà a tutti l’emergenza-urgenza del “Giannettasio”, trasformata in Covid nei mesi scorsi

Pubblicato il: 05/05/2021 – 13:42
di Luca Latella
Pronto soccorso, al collasso Corigliano ma “riapre” Rossano

CORIGLIANO ROSSANO Il pronto soccorso dell’ospedale “Compagna” di Corigliano Rossano rischia il tracollo. Il malessere degli operatori – medici, infermieri e ausiliari – sta emergendo in questi giorni e non è da escludere che già giovedì possa sfociare in qualche azione di protesta clamorosa.
Un malessere sorto l’indomani della “chiusura” del pronto soccorso del “Giannettasio” a tutte le patologie non Covid. Era il 19 marzo. Con una lettera inviata alla sede operativa del 118 di Cosenza, al commissario dell’Asp ed ai direttori sanitari degli spoke di Corigliano Rossano e Castrovillari, il direttore del Dipartimento di Emergenza Urgenza, Natale Straface aveva informato che a causa della mancanza di posti letto, il pronto soccorso di Rossano sarebbe stato impegnato «temporaneamente» ed esclusivamente nelle prestazioni di pazienti covid-positivi. Invitava così la sede operativa del 118 ad indirizzare i pazienti covid-free dell’area jonica nei pronto soccorso di Corigliano e Castrovillari.
Il volume delle prestazioni “dirottate” ha, quindi, messo in ginocchio anche il pronto soccorso del “Compagna” di Corigliano, i cui operatori sono in numero sottostimato rispetto a quanto prevede la pianta organica. Al momento mancherebbero all’appello un minimo sindacale di due medici, quattro infermieri, e due oss per consentire la copertura dei turni previsti. Ed invece il deficit di personale sta stremando letteralmente gli operatori attualmente in servizio. I quali, probabilmente anche a causa dei silenzi ricevuti dopo le richieste di aiuto, potrebbero decidere di astenersi dal lavoro per la stanchezza accumulata in questi mesi. Fonti attendibili riferiscono che nei prossimi giorni, molti dei 14 infermieri in servizio al pronto soccorso del “Compagna” potrebbero chiedere lo stato di malattia proprio a causa dello stress accumulato. E con conseguenze immaginabili sul servizio offerto dal pronto soccorso all’utenza.

Il pronto soccorso di Rossano “riapre” a tutti

In tutto questo il primario dei pronto soccorso dello spoke di Corigliano Rossano dovrà fare i salti mortali per far quadrare i conti. Ma c’è una buona notizia: entro il weekend il pronto soccorso del “Giannettasio” tornerà a occuparsi dell’emergenza-urgenza e riaprirà a tutte le patologie. Nei prossimi giorni i pazienti covid-positivi attualmente ricoverati – sono sei al momento – saranno trasferiti all’ospedale di Rogliano che potrebbe riaprire battenti a brevissimo con 20 posti letto Covid.
Insomma, ad ambienti liberi e sanificati, il pronto soccorso di Rossano tornerà a servire le emergenze e le urgenze della Sibaritide.

Celestino: «Si sblocchino i concorsi»

Anche il segretario aziendale delle Uil Fpl dello spoke di Corigliano Rossano e dell’area jonica, Arturo Celestino, direttore facente funzione dell’Unità operativa complessa di Ortopedia e Traumatologia, chiede lo sblocco dei fondi necessari alle assunzioni.
Nel riferire dei ringraziamenti ricevuti con una lettera rivolta al personale dell’ortopedia e agli anestesisti, scritta da un paziente ricoverato in Ortopedia, per affermare che la buona sanità esiste, il medico sindacalista ricorda che è «il momento di sbloccare i concorsi a tempo indeterminato per assumere specialisti ortopedici, anestesisti, medici del pronto soccorso, infermieri e oss. Non è più accettabile – riferisce Celestino – di poter lavorare con l’incubo che qualche collega nelle varie unità operative, purtroppo, possa ammalarsi e rendere difficoltosi i turni di servizio, perché ad oggi le piante organiche si basano su numeri precari». (l.latella@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb