Ultimo aggiornamento alle 13:25
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la ricerca

Vibo, convegno su nuovi farmaci e dispositivi per i pazienti diabetici

L’incontro, organizzato da Simdo, si terrà il 9 e 10 luglio e coinvolgerà 50 esperti provenienti da tutta Italia

Pubblicato il: 07/07/2021 – 11:26
Vibo, convegno su nuovi farmaci e dispositivi per i pazienti diabetici

VIBO VALENTIA «Nuovi farmaci e dispositivi tecnologici per migliorare l’approccio clinico con i pazienti diabetici. Sono i temi al centro del corso nazionale di aggiornamento dal titolo “Diabete – L’ultima rivoluzione farmacologica e tecnologica”, organizzato dalla Simdo, Società italiana metabolismo diabete obesità – si legge in una nota – che si svolgerà venerdì 9 e sabato 10 luglio, nelle sale dell’Hotel 501 di Vibo Valentia. Cinquanta esperti provenienti da tutta Italia si confronteranno nell’arco di due sessioni giornaliere che termineranno con altrettante tavole rotonde. La prima sarà dedicata al Percorso diagnostico terapeutico assistito e alla Rete diabetologica e la seconda verterà sull’importanza del team diabetologico». «Responsabile scientifico del corso – continua la nota – è Giuseppe Crispino, alla guida del servizio territoriale di diabetologia, endocrinologia, malattie metaboliche e disturbi alimentari del Distretto unico dell’Asp di Vibo Valentia». «Dopo un secolo dalla scoperta dell’insulina, – afferma Crispino – stiamo vivendo un altro cambiamento epocale legato alla cura e alla gestione della malattia diabetica. Le principali novità riguardano la disponibilità di nuove soluzioni farmacologiche e straordinari device tecnologici diagnostico-terapeutici che di fatto stanno rivoluzionando l’approccio clinico e l’intera presa in carico delle persone con diabete».

Farmaci innovativi presentati da nuovi studi clinici

«Per questo, durante il corso si discuterà di farmaci innovativi che hanno dimostrato – prosegue ancora la nota – nei numerosi studi clinici mirati, di fornire protezione e prevenire le invalidanti complicanze croniche del diabete come infarto, ictus, declino funzionale del rene senza dare ipoglicemia. Poi, i nuovi sensori capaci di monitorare il glucosio 24 ore su 24 e di comunicare con i moderni microinfusori di insulina, sono in grado di bloccare l’ipo e l’iperglicemia». L’obiettivo del corso – conclude Crispino – è che si apra uno schietto confronto interdisciplinare con scambio di esperienze, tra la classe medica e professionisti della diabetologia che quotidianamente e con passione vera vivono le problematiche dei pazienti diabetici e cercano, con competenza e complicità empatica, di superare antiche barriere e nuove difficoltà».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb