Ultimo aggiornamento alle 18:47
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

tendenze

«Somigliare ai propri idoli social. Il fenomeno del “Rich girl face”»

Cresce sempre di più il numero delle adolescenti che chiedono al medico estetico di trasformare la propria immagine per assomigliare a “ragazze ricche e famose” che spopolano sui social network, c…

Pubblicato il: 20/07/2021 – 14:48
di Giusy Raffaele
«Somigliare ai propri idoli social. Il fenomeno del “Rich girl face”»

Cresce sempre di più il numero delle adolescenti che chiedono al medico estetico di trasformare la propria immagine per assomigliare a “ragazze ricche e famose” che spopolano sui social network, con labbra gonfie e zigomi pronunciati.  Il nuovo fenomeno del “Rich girl face” (il termine è stato coniato dal chirurgo plastico Dirk Kremer per Glamour Uk ed interessa le ragazze under 30 ) viene concepito come una sorta di medicina del benessere, che offre la possibilità di curare la propria immagine omologandola alle influencer più seguite e strapagate. E rispetto al passato, in cui i trattamenti anche se evidenti venivano nascosti, oggi sono ostentati pubblicamente ed in tempo reale. A descrivere questa nuova tendenza sono stati gli esperti della Società Italiana di Medicina Estetica (Sime), in occasione del 42esimo congresso nazionale tenutosi a Roma. L’intervento più richiesto dalle giovani è l’aumento del volume delle labbra, seguito dal filler all’acido ialuronico o botulino per prevenire le rughe e l’aumento degli zigomi. Gli stessi medici estetici, che vivono la situazione dall’interno, hanno iniziato a porsi delle domande nell’interesse in particolare delle pazienti più giovani. “Da anni non vedevamo labbra gonfie e “brutte”- dichiara il presidente del Sime – come stiamo vedendo negli ultimi mesi. Non si può e non si deve andare dal medico estetico con la lista della spesa, ogni medico deve erogare terapie ai pazienti solo se ne hanno bisogno. Chi li accontenta in maniera acritica non è un medico estetico, è un venditore di prestazioni.
Le università stanno educando i professionisti, ma vanno educati anche i pazienti”. E anche i ragazzi non resistono al baby-ritocco, con un aumento di circa il 60% delle richieste di interventi: si va dalla ginecomastia all’addominoplastica, dalla liposuzione dei fianchi all’epilazione definitiva per ottenere fianchi, petto e addome perfetti, e diventare (o almeno provarci!) come Can Yaman, il personaggio televisivo del momento. Gli esperti sottolineano i risvolti psicologici di questa tendenza al ritocco praticato tra i giovanissimi, dietro la quale è palese che si nasconda insicurezza, assenza di un’identità precisa e incapacità di accettarsi fisicamente, esasperata dal ruolo centrale dei social media che impongono canoni di bellezza al di sopra del limite della perfezione.
Sime ha dedicato una sessione specifica a questo nuovo fenomento coivolgendo figure specializzate come psichiatra, psicologo e sociologo per la valutazione – da parte dei medici estetici – di quanto e quando è opportuno intervenire sul corpo di chi ne fa richiesta, interpretando e comprendendo le richieste di bisogni che vanno al di là delle reali necessità.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb