Ultimo aggiornamento alle 19:16
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Governance Pnrr

Il Governo boccia l’ordine del giorno sulla sanità in Calabria. Fdi insorge – VIDEO

Presa di posizione forte di Lollobrigida alla Camera: «I colleghi del centrodestra rispondano». Ferro: «Necessario snellire le procedure d’appalto»

Pubblicato il: 24/07/2021 – 11:29
Il Governo boccia l’ordine del giorno sulla sanità in Calabria. Fdi insorge – VIDEO

CATANZARO Il governo ha dato parere contrario ad un ordine del giorno proposto dal deputato di Fratelli d’Italia Wanda Ferro insieme ai colleghi Carmela Bucalo e Marcello Gemmato, nell’ambito del dibattito sulla governance del Pnrr, che puntava ad impegnare l’esecutivo ad estendere le disposizioni che prevedono misure semplificate in materia di appalti, servizi e forniture, relativi all’acquisizione di beni e servizi e all’affidamento di lavori, anche di manutenzione, agli enti ed aziende del Servizio sanitario della Regione Calabria. Una decisione che ha scatenato in Aula a Montecitorio le reazioni degli esponenti di Fratelli d’Italia.
«Non comprendo perché questo governo – ha commentato Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera nel suo intervento in difesa dell’ordine del giorno della Ferro – frutto di una maggioranza eterogenea pone condizioni a quello che dovrebbe viceversa essere uno sviluppo condiviso. Una linea più volte condivisa del centrodestra e che richiamava in mille occasioni proprio il contenuto di questo ordine del giorno».
Per questo l’esponente di Fratelli d’Italia ha rivolto un appello ai colleghi del centrodestra: «Chiediamo di rispondere a questo giudizio negativo espresso dal Governo che sia un apprezzamento del lavoro finora svolto».
Per Wanda Ferro «è, purtroppo, nota e cristallizzata la grave situazione in cui versa da tempo la sanità calabrese, che richiede un immediato cambio di passo con risposte concrete». «Nonostante oltre dieci anni di commissariamento e un risultato fallimentare, anche nella gestione dell’emergenza sanitaria da Covid-19 – sottolinea Ferro – il regime straordinario di amministrazione della sanità regionale ha, infatti, registrato una drastica riduzione dei livelli di assistenza e un aggravamento della voragine del debito sanitario».
Secondo Wanda Ferro «la sanità calabrese necessita oggi più che mai di una gestione snella delle procedure, che le consenta di rimettersi al pari con i livelli di prestazione del servizio pubblico sanitario nazionale, al fine di poter arrivare all’appuntamento con il Pnrr non svantaggiata e di poter trovare nei fondi europei l’occasione decisiva per un rilancio economico e sociale della regione».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb